Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

LAURA FASSON -Vien Sera

Vien sera

El dì se scurisse

la luna slùsega

come la lama

de on cortèo.

Se specia su 'l mare

le me patùrnie.

El me amore se sfanta,

no 'l xe pi sgàjo come on tenpo.

L'ànimo el se ga indurìo

come on muro

a forsa de magoni.

Mi pensava de 'ver perso

i me ricordi

ma li mensiono senpre

cossì no me sento sola.

Fra 'l ciaroscuro de na luse

a sento vossi che vien da lontan:                                                                                                        

xe 'l vento che fis'cia,

el fa ingrumare le onde

del mare inburascà.

Le xe giosse salade

che me casca da la fronte.

I me oci i slùsega vardando

ste maravéje

che inpressiosìsse la sera.

                        

Traduzione: Giunge sera – Il giorno imbruna / la luna brilla / come la lama di un coltello. / Si specchia sul mare / la mia malinconia. / Il mio amore affievolisce, / non è più vivace come un tempo. / L'anima si è indurita / come un muro / a forza di struggimenti. / Pensavo di aver smarrito / i miei ricordi / ma li rievoco sempre / così non mi sento sola. / Nel chiaroscuro di una luce / mi giungono voci che vengono da lontano: / è il vento che fischia / e fa increspare le onde / del mare in burrasca. / Sono gocce salate / che mi cadono dalla fronte. / I miei occhi brillano guardando / queste meraviglie / che impreziosiscono la sera.

Laura Fasson

Biografia: http://www.messinaweb.eu/homepage/le-nostre-iniziative/arteincentro/2016/artisti-partecipanti/item/2866-laura-fasson.html

fassonatt

Ultima modifica il Lunedì, 10 Ottobre 2016 09:13
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31