Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
rfodale

rfodale

Scordia, 21 ottobre 2018. Prosegue da venerdì il lavoro dell'Esercito per ripristinare la viabilità in provincia di Catania.

Il genio dellEsercito interviene a per liberare Scordia dal fango 3

La brigata "Aosta", grazie all'intervento di assetti specialistici del 4° reggimento genio e all'opera dei fanti del 62° reggimento, lavora incessantemente per consentire alla popolazione dei comuni di Scordia e Palagonia il ritorno alla normalità. Strade trasformate in fiumi di fango, torrenti diventati paludi e piazze trasformate in laghi, sono il triste scenario in cui opera L'Esercito che ha schierato sul campo 1 escavatore, 2 terne ruotate, 2 miniescavatori per raggiugere i vicoli più impervi dei paeseini della piana di catania e 1 pala gommata.

LEsercito ripristina la viabilità a Scordia 1

Le sinergie che l'Esercito è riuscito a mettere in campo hanno coinvolto le comunità locali. In queste ore, infatti, cittadinanza e soldati della brigata "Aosta", stanno unendo le proprie forze per accelerare i tempi di ripristino di vie e strade.

Militari dellEsercito intervengono nelle case degli abitanti di Scordia 4

Le capacità tecniche del personale ed i mezzi in dotazione all'Esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell'ambiente. In particolare, i reparti genio, grazie alle esperienze maturate nelle missioni estere ed all’elevata connotazione “dual-use” (capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza e quella operativa espressa nei teatri operativi), operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano.

 

Sei milioni di euro destinati dalla Regione a favore delle Province e dei Comuni che hanno subito pesanti danni dall'alluvione di questi ultimi giorni. Sono i primi provvedimenti decisi dal governo regionale, convocato d’urgenza questo pomeriggio a Palazzo d’Orleans dal presidente Nello Musumeci, allargato ai dirigenti della Protezione civile, dell'Ambiente, della Programmazione, del Bilancio e della Struttura contro il dissesto idrogeologico.

“La situazione - sottolinea il governatore - è davvero difficile e drammatica, migliaia di aziende, soprattutto agricole, sono in ginocchio. Bisogna subito dare un segnale concreto, ai sindaci ed alla gente colpita, affinchè non si sentano soli”.

In particolare, il governo ha deciso che un milione di euro, dai fondi di bilancio, sia destinato agli enti locali colpiti dalla calamità da utilizzare in lavori di somma urgenza per rimuovere le macerie e ripristinare la viabilità nelle strade di particolare interesse provinciale e comunale. Altri cinque milioni di euro serviranno per il ripristino delle infrastrutture danneggiate. Queste ultime risorse sono prelevate dal Fondo di sviluppo e coesione, attraverso la Struttura contro il dissesto idrogeologico guidata dallo stesso presidente della Regione. Gli interventi saranno coordinati dal dipartimento regionale della Protezione civile.

«Alle Province e ai Comuni alluvionati assegneremo sessanta giorni di tempo per presentare i progetti esecutivi, altrimenti perdono il finanziamento», avverte il presidente Musumeci. «Le esperienze passate ci dicono che i tempi di certa burocrazia spesso non sono compatibili con le urgenze dettate dalle necessità della gente e del territorio. Un muro crollato, una strada dissestata non debbono rimanere per anni in quelle condizioni. Servono tempi certi. Peraltro, se gli enti locali non dovessero avere sufficiente personale tecnico in organico, potranno benissimo procedere con l’affidamento di incarichi esterni.

Nelle scorse ore ho parlato con i sindaci dei Comuni colpiti ed ho assicurato la vicinanza della Regione. Ma dobbiamo pensare anche alle aziende danneggiate. E qui serve l'intervento urgente del governo di Roma. Per questo, abbiamo proclamato oggi stesso lo stato di calamità e chiesto al governo centrale di dichiarare l’emergenza. Se ai nostri provvedimenti aggiungiamo quelli che dovrebbero arrivare dalla Capitale, credo che avremo la possibilità di ridare un minino di serenità ai territori devastati. Certo, quanto accaduto deve farci riflettere sulla attenzione che nel passato hanno avuto le istituzioni per la tutela del territorio. Una condotta irresponsabile! Per questo tre mesi fa abbiamo istituito l'Autorità di bacino, attesa da tanti

anni: servirà a programmare e gestire gli interventi nel complesso sistema fluviale dell'Isola, del quale nessuno sembra essersi mai occupato.

Nel frattempo -conclude il governatore- ho disposto delle indagini per possibili recenti omissioni da parte di alcuni funzionari e dirigenti dell’amministrazione regionale. Ma di questo non mi sento di parlare.

Almeno per ora».

--

Fabio De Pasquale

Portavoce presidente

Regione Siciliana

Fervono i preparativi per la manifestazione Interforze che si svolgerà domenica 28 ottobre a Forte Cavalli, nell'ambito dell'inaugurazione della stagione museale “Il Forte e la Storia” - 2018/19, la Manifestazione è inserita nel calendario degli eventi commemorativi conclusivi del Centenario della Grande Guerra, coordinati dalla Prefettura,  che avranno il loro culmine  nella cerimonia ufficiale del 4 novembre.

La Piazza d'armi di Forte Cavalli, sede del Museo Storico, ospiterà l'esibizione delle Fanfare e delle Bande Musicali appartenenti  al 12° Reggimento Carabinieri Sicilia, al 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani, alla Brigata "Aosta", alla Marina Militare e del Coro del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina; atteso il sorvolo di un elicottero con il Tricolore.

Proprio per l'organizzazione dell’evento, rivolto alla cittadinanza, si è svolta in questi giorni, presso il Comando Interregionale dei Carabinieri, una riunione operativa a cui hanno preso parte i rappresentanti dei Comandi Militari provinciali e le Associazioni che saranno di supporto alla manifestazione; contestualmente, per la definizione degli aspetti tecnici e logistici,sono in corso attività di ricognizione e coordinamento fra i vari Comandi, il Comune,  la città Metropolitana e il personale del Museo di Forte Cavalli .

NOTE

4 Novembre 1918: la Guerra è finita!

Commemorare per ricordare e non dimenticare la Prima Guerra Mondiale, il più grande massacro di uomini che la storia ricordi, ha lasciato segni indelebili nella storia dei popoli europei. L’ex Batteria “Monte  Gallo” (intitolata in seguito al Generale Cavalli), è inserito nell’elenco della Regione Siciliana dei luoghi della memoria, legati alla Grande Guerra. Tra il 1917 e il 1918, concorse con le sue artiglierie alla difesa costiera dello Stretto, cercando di fronteggiare le insidie dei sottomarini tedeschi, responsabili di numerosi siluramenti di naviglio in transito. Il secondo appuntamento con la storia e la cultura del 2018, si svolgerà domenica 11 febbraio, l'importante struttura sarà fruibile al pubblico  dalle ore 9.30 alle 12.30. Il Museo aprirà le sue sale, per riscoprire la storia dei Forti Umbertini e della Difesa dello Stretto di Messina, approntata per l'inizio della Grande Guerra e che testò la sua efficacia durante la prima e la seconda guerra mondiale, in particolare durante i bombardamenti anglo-americani del 1943. I visitatori saranno accompagnati da esperti; sarà possibile vedere filmati d'epoca e la più completa collezione di munizionamento sganciato dalle "Fortezze volanti" su Messina al termine della “Campagna di Sicilia” del 1943.  La piazza d'armi, la rinomata Base Scout, le sale mostre e il "Museo della Fortificazione Permanente dello Stretto di Messina", consentono oggi al vasto pubblico di appassionati, curiosi,  studenti e turisti, di godere di uno spazio attrezzato e dello spettacolare scenario dello Stretto, che si può ammirare dagli ampi spalti della Fortezza.

Per maggiori informazioni e per visionare il percorso che porta alla Fortezza, consultare il sito www.fortecavalli.it. e la pagina  www.facebook.com/museofortecavalli.

- di Maria Vadalà -

Nel programma della stagione concertistica della Filarmonica Laudamo di Messina, accanto ai 30 concerti che sviluppano un iter che focalizza la musica classica con il jazz e i nuovi linguaggi, spicca l’esecuzione dell’Oratorio del “Diluvio Universale” di Michelangelo Falvetti, musicista calabrese nato nel 1642 che ricoprì la carica di Maestro della Real Cappella del Senato di Messina. Si tratta di un importante evento musicale che ha suscitato l’interesse anche della rete nazionale Rai 5. Dopo secoli di oblio, infatti, l’opera composta su libretto di Vincenzo Giattini, il cui unico manoscritto si trova nella Biblioteca Regionale di Messina, viene riportata all’attenzione del pubblico grazie all’impegno del M° Carmine Daniele Lisanti, docente presso il Conservatorio “F.Cilea” di Reggio Calabria e Direttore del Coro Polifonico “Luca Marenzio” e dell’Ensemble di strumenti antichi “Orpheus” . “Il Diluvio Universale” è un melodramma spirituale con la struttura dell’opera lirica e si articola in quattro sezioni: In Cielo, In Terra, Il Diluvio, In L’arca di Noè. L’opera fa tesoro delle teorie seicentesche sugli affetti ed è caratterizzata dalle tecniche imitative, da un’imponente teatralità ed una intensa espressività. Il musicologo Fabrizio Longo colloca questa composizione fra le opere della Controriforma perchè coniuga le maggiori tendenze del 1600 :il teatro e la propaganda cattolica. L’organico proposto dal M° Lisanti prevede: due violini barocchi, due flauti dritti, viola da braccio, viola da gamba, violoncello, fagotto barocco, tiorba, chitarra barocca, contrabbasso, organo, percussioni, sei solisti ed il Coro, che ha il compito di enfatizzare i passaggi più drammatici della narrazione specialmente nella terza parte.

                      

Associazione culturale, sportiva, ambientalista  

senza scopo di lucro

STUDIO D’ARTE L’ETOILE

Via Natoli is. 276 n.5 98121 MESSINA

Tf. 3383541458 – 3467910240 – 0902401721

           Martedì 23 ottobre, alle ore 17,00 nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina, si svolgerà la cerimonia di premiazione dei vincitori della UNDICESIMA Edizione del Concorso Nazionale di Poesia” SOTTO L’EGIDA DELL’AMORE” dedicato a MELINA FRENO CRISAFULLI, Madre Esemplare e Amica Sincera, organizzata, dall’Associazione culturale, Sportiva Ambientalista “Studio D’Arte l’Étoile” con sede in Messina, Via Natoli is. 276 n. 5.

         Hanno poartecipato al Premio poeti di varie città italiane e tutte le poesie sono state raccolte in una Antologia di poeti contemporanei che sarà distribuita nelle più importanti biblioteche d’Italia. I primi premi per le due sezioni: italiano e dialetto sono due statue in bronzo che rappresentano la maternità, simbolo del premio, scolpite dalla scultrice Maria Troise “Bunny”, offerti dal “Centro Coppe” di Grazia Macaudda. Grosso Saranno inoltre consegnate ai vincitori coppe, targhe e chitarre queste ultime offerte dalla “Casa Musicale Antonino Sanfilippo”

                 L’arduo compito di esaminare le numerose poesie pervenute da ogni parte d’italia è stato svolto dalla commissione composta da poeti ed artisti molto apprezzati nel mondo della cultura: Presidente Dott.ssa Caterina Morabito Pellicanò poetessa-scrittrice già Direttore Amministrativo della Prefettura di Messina, Esperto in documentazione generale del Ministero dell’Interno e Accademica della Tiburtina, Prof.ssa Mariella Di Giorgi Denaro già docente di materie letterarie, Dott. Filippo Scolareci poeta-scrittore, Accademico di Sicilia e Angelo Savasta musicista e pittore.                        Nel corso della manifestazione che si avvarrà di interventi musicali a cura del Tenore FILIPPO TROPEA sarà consegnato un premio alla carriera alla Prof.ssa Teresa Rizzo artista poetessa, scrittrice, organizzatrice di eventi culturali e promotrice culturale dal longevo impegno artistico profuso tra le spire dell’arte. Un altro premio alla carriera sarà dato all’artista Angelo Copia per il volenteroso e assiduo contributo espletato nell’ambito poetico e pittorico.

             La manifestazione sarà condotta dalla Presidente del Premio e dell’Associazione

Dott.ssa Nunziatina Titti Crisafulli             

                                                   

Palermo 20 ottobre 2018: Un’aliquota di militari del 4° reggimento genio guastatori della brigata “Aosta", nelle prime ore della giornata odierna, hanno lasciato la loro sede di Palermo per portare soccorso agli abitanti di Scordia (CT) colpiti dall’alluvione che ha sommerso gran parte del centro abitato e delle limitrofe campagne.

Già da ieri, nelle prime ore dell’emergenza, l’Esercito è intervenuto con altro personale della brigata, proveniente dal 62° reggimento fanteria di Catania, ai quali si affiancheranno oggi i guastatori del 4° reggimento, con gli speciali mezzi per il movimento terra di cui sono dotati e accelereranno il ripristino della viabilità nelle zone colpite dai piovaschi temporaleschi.

I militari dell'Esercito, coordinati dal Comando Brigata Aosta di Messina, opereranno sino al termine della fase di emergenza, congiuntamente ai reparti dell'Aeronautica Militare che da ieri stanno concorrendo all'attività.

Le capacità tecniche del personale ed i mezzi in dotazione all'Esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell'ambiente. In particolare, i reparti genio, grazie alle esperienze maturate nelle missioni estere ed all’elevata connotazione “dual-use” (capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza e quella espressa anche nei teatri operativi), operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano.

Magg. Giuseppe GENOVESI

Brigata "Aosta" - Capo Sezione Pubblica Informazione

Cell. 328 8472327

in radio e in tutti i digital stores a partire dal 2 novembre,

in occasione dell'uscita mondiale di "Bohemian Rhapsody", biopic-movie sui Queen.

Disponibile in contemporanea anche il videoclip.

In occasione dell'uscita mondiale di "Bohemian Rhapsody", biopic-movie sui Queen, nello stesso mese dell'anniversario della morte di Freddie Mercury (24 novembre), e dopo l’invito via social di Brian May rivolto a tutti gli artisti del mondo a rendere omaggio alla band anglosassone attraverso qualunque forma artistica, i Flac lanciano il loro nuovo singolo, Living On My Own, cover del famosissimo brano dance del compianto leader dei Queen, in radio e in digital download a partire dal 2 novembre (giorno di uscita del film in tutto il mondo, in Italia uscirà il 29 novembre).

In contemporanea al brano, registrato e prodotto da Vinx dei Vanilla Sky, nel glorioso BiPlano Studio a Roma, uscirà su Youtube il videoclip, girato interamente a Palermo: un vero e proprio cortometraggio ironico che omaggia il lato più dissacrante della mitica figura di Freddie Mercury. Alla regia la band, formata da Ross Maya, Francesco De Simone, Daniele Vitellaro in arte Devvo e Francesco Biondo, si è affidata nuovamente a Emmanuele Aita, attore e regista cinematografico e teatrale, noto al grande pubblico soprattutto per il ruolo di Paolone nella fiction TV L'allieva.

I Flac presenteranno il brano in anteprima live al Mod Cafè di Palermo il 27 ottobre, mentre la presentazione ufficiale sarà l’1 dicembre all’Auditorium Rai di Palermo.

I Flac sono una rock band siciliana formata da Ross Maya (voce), Francesco De Simone (batteria), Daniele Vitellaro in arte Devvo (chitarra) e Francesco Biondo (basso). Nel giugno del 2014 vincono il concorso Feltrinelli Music Contest con il brano Labirinto, e si esibiscono al Feltrinelli Store di viale Piemonte a Milano. Ad ottobre dello stesso anno il loro brano, Dogma#2 vince il premio regionale del SoundTRU Trussardi, indetto da Warner Music Italy insieme a Rolling Stone Italia, brano trasmesso più volte su RadioUnoRai durante il programma Demo l'acchiappatalenti. A novembre 2014 la band viene contattata dalla CGIL per esibirsi alla "Notte Bianca dei Call Center" in piazza del Popolo a Roma; mesi prima la loro canzone Conto Alla Rovescia era stata inserita nel video-denuncia Essere Precario ideato dalla SLC CGIL Palermo e la segretaria nazionale CGIL Susanna Camusso ha espresso grande stima per l'impegno sociale e i temi trattati nelle loro canzoni. Nel 2016 inizia la collaborazione con Vincenzo Mario Cristi, alias Vinx dei Vanilla Sky, per la realizzazione del secondo disco, e la band conclude l'anno con un tour Europeo tra Italia, Svizzera e Francia. Nel 2017 esce in Italia il loro secondo disco, San Lorenzo, con VREC, da cui vengono estratti due singoli, I Tuoi Occhi Non Mentono Mai e Tra Le Mani, con i quali entrano in Top100 Italia per numero di passaggi radiofonici (oltre 600, fonte Radio Monitor Air Play Italia). I due videoclip sono stati diretti da Dario ed Emmanuele Aita, attori/registi giovani ma di fama sempre più crescente grazie ai loro ruoli in La mafia uccide solo d'Estate, L'Allieva, Suburra, Questo Nostro Amore, Taranta on the road. Da un anno sono impegnati nel tour promozionale del disco, tra Italia, Francia e Svizzera.

Palermo, 19 ottobre 2018 – Ufficio stampa Gabriele Lo Piccolo – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3204424268

- di Maria Teresa Prestigiacomo - 

Amarcord nel passato, una struggente nostalgia dei vagoni di legno ed un treno dall'odore di treno...e poi....si degusta pure! Un'esperienza da gustare pienamente, per una domenica diversa con tutta la famiglia, per dei meravigliosi selfies come nella macchina del tempo, in un tuffo nel passato. Domenica 21 ottobre nuovo appuntamento con il Treno dell’olio e del pane nero che viaggerà da Palermo Centrale fino a Castelvetrano e Selinunte, e che rientra nel programma dei treni storici del gusto promossi dall’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana con la collaborazione della Fondazione FS e Slow Food.

 La partenza è prevista alle 8.30 da Palermo Centrale. Il treno storico effettuerà fermate nelle stazioni intermedie di Palermo Notarbartolo (8.58), Isola delle Femmine (9.14), Cinisi-Terrasini (9.36), Partinico (9.53), Trappeto (10.07), Castellammare del Golfo (10.26), Salemi-Gibellina (11.17) con arrivo a Castelvetrano alle 11.35.

 Durante il tragitto la condotta Slow Food di Palermo coinvolgerà i viaggiatori in un laboratorio del gusto per conoscere i prodotti e approfondire i temi legati al territorio.

 Dopo una visita ad un frantoio della zona i passeggeri, con servizio bus dedicato, potranno raggiungere Selinunte ed accedere al parco archeologico usufruendo di uno sconto del 50% sul costo del biglietto con escursione guidata inclusa.

 Nel pomeriggio sarà possibile visitare il Presidio del pane nero di Castelvetrano.

 Il treno di ritorno partirà da Castelvetrano alle 17.15 con arrivo previsto a Palermo Centrale alle 20.30.

 Tra Palermo Centrale e Isola delle Femmine il servizio si svolgerà su bus.

 I biglietti per il treno storico sono in vendita presso le biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistare i titoli di viaggio anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.

 Maggiori informazioni consultando la pagina ufficiale Facebook della Fondazione FS Italiane o scrivendo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane

Calendario

« Ottobre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31