Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

IL CASTELLO DI BROLO

 

- Denise Vrenna -

 

Anche il bellissimo centro urbano di Brolo, il cui nome deriva dal latino “Brolum” (campo coltivato, giardino fiorito) è animato dal fascino storico-artistico esercitato dal castello, la cui posizione ricade quasi a picco sul mare.

La tradizione narra che il nucleo costruttivo risale all’antica torre consciuta con il nome di “Voab” (“rocca marina”) citata dai geografi arabi nel 1094 e da un documento del Gran Conte Ruggero.

 

Il complesso nella sua interezza, però, deve le proprie origini al tempo di Federico II di Svevia (XII secolo), la cui unione con Bianca Lancia diede vita al futuro re Manfredi.

 

Sarà la famiglia Lancia, infatti, a detenere (sebbene a fasi alterne) il possesso della fortezza, facendosi fautrice di un primo restauro e della stessa confisca del castello nel 1392.

Era il 1435 quando quest’ultimo tornò tra i possedimenti dei Lancia per merito della gratitudine nutrita al re Alfonso d’Aragona nei confronti di Pietro, esponente della famiglia.

 

La storia ci narra, poi, della figura di Girolamo Lancia Gaetani  e del suo legame con il castello, venduto successivamente a Michele Spadafora (marchese di Roccella).

Il destino del complesso, però, rimase inesorabilmente debitore alla famiglia Lancia fino alla metà del XVIII secolo, data del definitivo acquisto all’asta da parte di Vincenzo Abate marchese di Lungarini.

 

Passando per la famiglia Musto e per i Milio, il castello è di attuale proprietà dell’On. Antonio Germanà.

 

La struttura ha conservato esclusivamente parte dei bastioni delle cinta murarie e la torre a pianta quadrata, sebbene le condizioni generiche siano ottimali.

Fondamentale il ruolo assunto dalla torre che, nella sua parte inferiore, fungeva da guardia e che, attraverso una botola, dava via di fuga verso il mare. Da quì è inoltre possibile raggiungere lo splendido paesaggio panoramico offerto dal terrazzo.

 

I due ingressi presenti, l’uno soprannominato “Porta Fausa” alle spalle del castello e l’altro sovrastato da uno scudo marmoreo decorato con lo stemma dei Lancia (il leone rampante) danno accesso all’interno, caratterizzato da un’ampia sala con volta a crociera. 

Ultima modifica il Sabato, 08 Ottobre 2016 19:43
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Ottobre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31