Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Castanea

- di Michele Cappotto -

Altitudine: m. 400 s.l.m.

Etimologia: Dal latino Castanea, nome scientifico con cui si identifica genericamente l'albero del castagno. Potrebbe derivare anche da omonime località della Grecia riproposte al tempo dell’antica colonizzazione o all'epoca successiva della diffusione del monachesimo basiliano nelle due varianti Kastanía e Kastanéia. L’appellativo “delle Furie” non deriva dalla pur nota ventosità del luogo, ma dalla sua perifericità (ad foras) rispetto alla città di Messina. Tuttavia un’altra ipotesi potrebbe essere la derivazione dal nome del centurione romano Massimo Manio Furio che durante la prima guerra punica, avendo operato brillantemente sul territorio, ne aveva acquisito in proprietà una buona parte. La zona sarebbe stata quindi  ricordata nel tempo come terra dei furii (cioè terra dei suoi discendenti).
L’adozione del  toponimo peraltro potrebbe aver avuto anche una specifica ragione distintiva rispetto all’antica denominazione (Castania) dell’odierna Castell’Umberto.

Abitanti: castanoti (2103 unità nel 2001)

Territorio e risorse: Castanea è una frazione del comune di Messina che rientra nel territorio della VI Circoscrizione. Distante pochi chilometri da Messina, si erge ad un’altitudine di circa 400 metri sulle colline a nord-est. Per la sua posizione panoramica è senza dubbio uno dei luoghi più belli, non solo di Messina, ma dell'intera Sicilia; dalle sue alture infatti è possibile ammirare contemporaneamente sia il litorale ionico che quello tirrenico. Il territorio collinare si presta all’agricoltura e all’allevamento. Le diffuse zone boschive ed ariose lo rendono meta di villeggiatura e soggiorno di turisti e cittadini.

Come arrivare: Da Messina percorrere il Viale Giostra (S.P 50) fino a raggiungere BIVIO PORTELLA e seguire l'indicazione per Castanea.
Dall’Autostrada A 20 uscita autostradale Rometta proseguire sulla strada statale 113 direzione MESSINA In localita' SPARTA' bivio per Castanea.
Servizio ATM linea 73 (Masse dx)
 CAVALLOTTI          5.10 6.00  6.45   8.05  9.00  10.20 11.10 12.30 13.35 14.40 16.10 18.15 20.25
CASTANEA              5.40  6.30 7.25   8.50  9.45  11.00 11.50 13.15 14.20 15.20 16.50 18.55 21.00
MASSA S.LUCIA     5.50  6.40 7.35   9.00  9.55  11.10 12.00 13.25 14.35 15.30 17.00 19.05 21.15
FARO SUP.               6.05  7.00 7.50   9.15 10.10 11.25 12.15 13.40 14.55 15.45 17.15 19.20 21.30
ANNUNZIATA         6.25  7.25 8.15  9.45 10.35  11.45 12.40 14.00 15.25 16.10 17.40 19.40 21.50
STAZIONE C.LE      6.35  7.55 8.40 10.10 11.00 12.10 13.15 14.25 15.55 16.45 18.05 20.05 22.10
PERCORSO Cavallotti - Via S.Maria Alemanna - Via I Settembre - Duomo - C.so Cavour - V.le Boccetta - Via Garibaldi - V.le Giostra -P.lla Castanea - Castanea - Masse - Curcuraci - Faro Sup. - Panoramica - Torrente Guardia Litoranea - Vle Libertà - V.le Giostra - Via Garibaldi - Via C.Battisti - Via T.Cannizzaro - Via La Farina Stazione C.le (fuori servizio Cavallotti)

Prefissi c.a.p. 98155  tel 090
Numeri utili:
Carabinieri: via Castanea tel.090-317022
Ufficio postale: piazza SS Rosario  tel.090-317873
Farmacia: Ferlazzo Giovanni
Bar: via Castanea 75 tel. 090-717535
Società Cooperativa Sociale “Azione Sociale” - P.zza San Giovanni, 15 Tel 090-317581
Ass.Sportiva Tiro al volo - Contrada Campi Fax 090-317522 Telefono 090-3192100
Associazione Turistico Culturale "Giovanna D'Arco", Via S.Caterina 'Villa Costarelli' - tel./fax: 090-318004
Casa di Cura Villa Grazia Contrada Portella 090-317058
Casa di Cura La Collinetta Contrada Grazia 090-317173

Cenni storici: Non si hanno notizie certe e documentate circa l'epoca di fondazione del villaggio, ma essa deve essere molto antica, vista anche l'importanza strategica del luogo, attorno a cui ruotava l'intero sistema di comunicazione intorno a Messina, tanto da destare l'interesse dell'ordine militare dei Cavalieri di Malta dei quali fu per secoli possedimento con la presenza di un abitato distinto e separato da Messina con proprie caratteristiche ordinamentali ed organizzative di difesa del territorio che sembra avere avuto un ruolo ben più ampio di semplice avamposto a difesa della città. Castanea conserva ancora una complessa struttura urbanistica composta da pregevoli edifici e opere d'arte. La storia ci tramanda l’esistenza nel suo territorio di ben 24 Chiese e 3 Monasteri che costituivano un patrimonio storico-culturale di grande prestigio ma che le calamità naturali (terremoto del 1908) e le vicende storiche (2^guerra mondiale) hanno sensibilmente impoverito.

Da visitare: Chiesa di San Giovanni Battista, fu eretta nel XVI secolo. Con la catastrofe del 1908, rimase illesa il transetto, la zona absidiale con i dipinti nel catino, l’altare maggiore e gli altari del SS. Sacramento e di San Giovanni con la preziosa statua 1690. Le due cappelle laterali conservano
l'aspetto originale. Fu ricostruita sui resti delle precedenti strutture, in stile romanico - eclettico e riaperta al culto nel 1933. La facciata semplice è abbellita dai tre portali con archi in pietra scolpita con croci, fregi e motivi floreali. A fianco si erge la robusta ma non molto alta torre campanaria quadrangolare coronata da merlatura. L’interno è a croce latina con tre navate. Il soffitto è a capriate con controsoffitti a cassettoni con stucchi ed affreschi raffiguranti i quattro evangelisti. All’interno sono da ammirare alcuni paliotti in marmo, decorati da suggestivi arabeschi colorati, ed un bassorilievo marmoreo della Trinità risalente al XVII secolo.
Chiesa del SS. Rosario, fondata nel 1628 fu anch'essa rasa al suolo e ricostruita dopo il terremoto, conserva al suo interno la statua in marmo della Madonna della Portella, una pregevole fonte battesimale ed alcuni preziosi dipinti. Custodisce inoltre la cinquecentesca statua in marmo bianco della Madonna col Bambino detta “del Tonnaro”.

Patrono: S. Giovanni Battista (festa il 24 giugno)

Tradizioni da non perdere: il 24 giugno ha luogo la Festa patronale di San Giovanni Battista con la solenne processione della vara col simulacro del Santo per le vie del borgo accompagnata dai Cavalieri e dalla Confraternita con grande partecipazione di fedeli.
Il presepe vivente di Castanea delle Furie è altresì un evento al quale l’intera comunità di Castanea offre il suo contributo di idee, conoscenze e con la partecipazione di circa 350 comparse e la ricostruzione accurata degli ambienti lavorativi, artigianali e sociali.

Ultima modifica il Sabato, 08 Ottobre 2016 20:03
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Giugno 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30