Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
IL maestro Giuseppe MESSINA IL maestro Giuseppe MESSINA

LA FILICUSARTE ORGANIZZA UNA MOSTRA DI PITTURA. Nei locali del Paladiana di Milazzo con il patrocinio gratuito dell’Amministrazione Comunale

- di Giuseppe Messina -

La sera del primo di agosto u. s., nei locali del “Paladiana” di Milazzo, è stata inaugurata una pregevole mostra di pittura, scultura e fotografia di artisti dell’Associazione Culturale “FilicusArte”, presieduta dalla Prof.ssa Caterina Barresi, con il patrocinio gratuito dell’Amministrazione Comunale, che la inserita nel cartellone delle manifestazioni estive della città.

   L’esposizione, denominata “Sull’onda di un mare d’arte”, con apertura dalle ore 18,00 alle ore 23,00 che si concluderà il 12 p. v. vede la partecipazione di: Angela Impalà, Anna La Rosa, Carmelo Cacciola, Caterina Barresi, Vittorio Basile, Cristina Paffumi, Edoardo Marchetti, Elisa La Rosa, Francesco Conti, Giuseppe Cirino, JK Photos L’Immagine, Laura Nastasi, Maria Capone, Maria Torre, Maria Zaccone, Mimmo Cirino, Nella Parisi, Ninì Ingegnere, Rina Bono, Vitaliya Bruy, Giuseppe Messina.

   Tutti elementi validi le cui opere qualificate e qualificanti rappresentano impegno e capacità degli artisti di trasmettere emozioni sull’onda dei colori, ora vivaci ora tenui, nelle forme scultoree che emergono dalla grezza pietra e nel valore della luce per quanto riguarda le opere fotografiche. Opere componenti una esposizione degna di lode, forse tra le più qualificate organizzate dalla “FilicusArte”.

ARTISTI MOSTA MILAZZO RIDOTTA

   Se è vero che l’artista ha la facoltà di creare le varie forme della bellezza e queste hanno la forza di elevare l’animo umano, allora tali forme vanno onorate dal momento che spesso risultano essere genuine, rare e, a volte, uniche ed irripetibili. Ma se la creazione dell’artista, cioè l’opera d’arte, è da onorare a maggior ragione è da onorare chi crea l’opera d’arte medesima, ovvero l’artista. Purtroppo, spesso, l’artista passa inosservato, addirittura ignorato. Per fortuna non è così sempre ed ovunque, ma il più delle volte le autorità preposte credono, evidentemente sbagliando, che l’artista sia un inconcludente, uno che non ha niente di “importante” da fare, uno che dedica il suo tempo a distrarsi mettendo colore sulla tela, scalfendo una pietra un pezzo di legno o, comunque, facendo cose inutili, ed è forse per questo motivo che, delle volte, brilla la loro assenza in posti dove la loro presenza dovrebbe avere non soltanto il significato d’incoraggiamento, ma anche di gradimento. È importante mostrare gradimento nell’operato di chi si spende nelle importanti attività artistiche e culturali auspicando la crescita della società, in questo caso della bellissima Milazzo, città turistica ricca, soprattutto, della storia che circola intorno al suo imponente castello. Una città, purtroppo, ferita dal vandalismo di elementi indegni di essere definiti umani. Si ribadisce questo a ragion veduta:

Era il 27 di giugno del 2001 quando, in occasione del 50° anniversario della scomparsa dell’eroe del primo conflitto mondiale, Luigi Rizzo, nativo proprio di Milazzo, è stato inaugurato un monumento alla sua memoria costituito dal “M. A. S. 15” il “motosilurante” in bronzo tra le onde scolpite in marmo azzurro. Non molto tempo dopo, ignote mani hanno estirpato uno dei due siluri bronzei. L’Amministrazione Comunale del tempo è stata subito avvisata, persino dall’ammiraglio Paolo Pagnottella presidente dell’Ass. Marinai d’Italia, ma nessuno ha provveduto di fare installare una videosorveglianza né di fare restaurare l’opera d’arte. Non molto tempo dopo, le solite ignote mani hanno estirpato il secondo siluro. Ancora nessuna videosorveglianza e nessun restauro del monumento. Sono trascorsi tanti anni ed il monumento è ancora lì, sfregiato. Cosa aspetta chi di competenza, forse che le mani ignote portino via anche lo scafo bronzeo del “motosilurante” e poi anche il blocco di marmo scolpito così da risparmiarsi il costo del restauro?

   Comunque, a parte questa parentesi, la mostra alla sala vetri del “Paladiana” può essere definita una delle tante belle iniziative realizzate per iniziativa di Associazioni come la “FilicusArte” che intendono, veramente, fare cultura anche se con tanti ostacoli e difficoltà economiche, come per la maggior parte delle Associazioni Culturali.

Ultima modifica il Venerdì, 03 Agosto 2018 14:36
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31