Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

SAN ROCCO: UNA FESTA, UNA STORIA, UN POPOLO.

- di Valentina Gangemi -

Mentre la Sicilia pullula di feste popolari e tutto il Meridione dipinge le sue notti con splendidi giochi pirotecnici,

San Pier Niceto, piccolo centro del Messinese, sparge melodiosi suoni di campane per lodare ancora una volta quel Santo così amato:San Rocco! Tra luci che profumano di festa e bagni di folla commossa, la festa popolare di San Rocco affonda le sue radici in un lontano passato fatto di devozione e tradizione; un passato che conosce i suoni melodiosi della preghiera ed i meravigliosi canti religiosi che la Chiesa intona con la voce di quelle donne che lasciano ogni faccenda per andare alla novena. Un passato tramandato ai figli, ai quali viene trasmesso tutto l’amore per le tradizioni, per la fede, per un culto tanto antico quanto affascinante!

Ed è proprio sulla strada di queste certezze che son cresciuti molti giovani del rione San Rocco (il luogo adiacente appunto alla chiesa dedicata al Santo), come ad esempio Nicola Antonuccio: educati sin da piccoli ad intonare i tradizionali canti e le armoniose giaculatorie di lode, questi ragazzi son cresciuti assaporando le messe mattutine e le novene, sentendo sulla pelle quel tepore che solo la vera fede sa tramandare. É grazie a giovani come Nicola se oggi San Rocco gode di una schiera di fedeli sempre in crescita!

Perché forse l'aspetto più bello di questa festa é proprio il trasporto emotivo della gente, la cura con cui tutti i componenti del rione San Rocco si prodigano per rendere perfetto ogni particolare! Dalla scalinata adiacente alla chiesa, all'altare, alla vara, tutto é reso a regola d'arte da queste persone che mettono il cuore per il loro San Rocco! A coronare un lavoro così certosino c'è la fiera Commissione che da parecchi anni ormai fa splendere ancor di più questa festa; avv.to Antonio Cicciari, Antonio Bonarrigo, Giuseppe Nastasi, il giovane Antonino Paone, Carmelo Mazzu, Giuseppe Totaro ed il presidente e parroco del paese Don Gianfranco Centorrino: ognuno di loro spende anima e cuore per mantenere viva la fede e la festa!

S.Rocco1Su questo magnifico treno in corsa fatto di persone devote ecco che viaggiano quelle antiche tradizioni che scrivono la vera storia: così le donne del rione, la mattina della festa, sono impazienti di riempire il cesto posto ai piedi del santo con i tipici biscotti sanpietresi, nati appunto nel Rione San Rocco; ed ancora c'é chi si alza all'alba per sfornare pane fresco da poggiare ai piedi del santo o chi da mesi prepara la cosiddetta "pania" ovvero i fichi secchi, ancora in onore di San Rocco! In tutto questo accavallarsi di fatica e gioia San Rocco ha la sua festa e gli abitanti del suo rione sembrano rinascere al suono di quelle campane che ancora una volta annunciano l'uscita del Santo: alla vista di San Rocco, lì, in cima alla sua scalinata, si emoziona chi è nato in quella Chiesa, é cresciuto ed invecchiato, faticando lacrime e sudore da anni ed anni, per portare avanti quella fede, anche quanto tutti gli altri l’avevano smarrita.

Quando poi a fine serata, come ultima, magica ed impeccabile nota, la Banda di San Pier Niceto guidata dal prodigioso presidente Joan Carlos Marchetta e diretta dal brillante Maestro Giuseppe Ruggeri, suona le familiari e tradizionali note della sinfonia “La Mezzanotte” , ogni granello di fede sembra crescere ascoltando quel melodioso suono che da anni ed anni ormai viene eseguito, per tradizione, la notte della festa di San Rocco. Così, tutta la piazza gremita di gente, rende lode al suo San Rocco, col cuore colmo di fede: questa è la vera grande bellezza.

Ultima modifica il Domenica, 01 Gennaio 2017 16:17
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31