Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: per la giornata della donna conferenza alla Biblioteca Comunale tra storia e archeologia

- di Marcello Crinò -

La giornata della donna ha visto la città di Barcellona impegnata in tre eventi. Il primo, organizzato dal network delle associazioni culturali, si è sviluppato per tutta la giornata in varie sedi ed è stato oggetto di un altro articolo già pubblicato in questa testata. Sempre l’otto, in simultanea con l’evento del Network, la Pro Loco Nomos di Manno, presieduta da Nino Costa, ha presentato nelle sale del Villino Liberty due libri sui misteri e i segreti di Florence T. Trevelyan, filantropa e naturalista britannica, morta a Taormina nel 1907.

DSCF8226

L’ultimo evento si è svolto alla Biblioteca Comunale il 9 marzo, con un taglio storico-archeologico: “Donne e Madri, antichi volti del potere”, organizzato dalla Biblioteca col Patrocinio del Comune e dalla Fi.Da.Pa., con la presenza di due eccellenti relatrici: Fulvia Toscano, Direttore Artistico di Naxoslegge, e l’archeologa e numismatica barcellonese Grazia Salamone. A fare gli onori di casa la dottoressa Maria Rosa Naselli, che ha introdotto i lavori, e i saluti dell’Assessore alla Cultura Ilenia Torre e di Ilaria Cammaroto, presidente della Fi.Da.Pa. sezione di Barcellona. Ilenia Torre e Ilaria Cammaroto hanno evidenziato che si tratta l’evento conclusivo della giornata della donna iniziata il giorno prima con la collaborazione del Comune e delle varie associazioni cittadine, nell’intento di riscoprire la figura femminile in un periodo particolare. La Naselli ha spiegato il senso dell’iniziativa, cioè di evidenziare il ruolo e la funzione della donna nel mondo classico.

DSCF8229

 

Fulvia Toscano ha condotto una appassionata relazione, densa di rimandi a grandi studiosi di antropologia e storia delle religioni, soffermandosi su tre figure particolarmente interessanti per le loro ricerche sul potere delle donne: la lituana Maria Gimbutas, vissuta durante i totalitarismi del XX secolo, che per le sue ricerche subì l’ostracismo del mondo accademico; Zenobia, l’ultima regina d’Oriente che voleva ricreare il monarcato ellenistico per contrastare il potere di Roma; Ghiara Vigo, una donna sarda contemporanea, “maestro” (come vuole essere chiamata) del bisso, la seta del mare, il filo che si ottiene da una cozza gigante.

La Salamone, partendo dalla foto della locandina dell’evento con gli acroliti di Morgantina Demetra e Kore, si è addentrata in una interessante analisi della dea Madre in Sicilia vista attraverso gli scritti degli storici antichi, dall’archeologia e dalla numismatica antica.

Nella sala conferenze della Biblioteca è stata allestita anche una piccola mostra di libri incentrati sulla donna, tra i quali spiccavano Ipazia di Silvia Ronchey, Matriarcato e dee-madri di Frazer, Amanti e regine di Benedetta Craveri, Il matriarcato di Bachofen, Meteres di Corradini, e tanti altri.

Ultima modifica il Sabato, 10 Marzo 2018 09:13
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30