Stampa questa pagina

Nutraceutica: Una sana e corretta alimentazione per vivere meglio. 4 e sabato 5 ottobre nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Messina, dalle ore 15,00 di venerdì fino alle 13,00 di sabato.

Nutraceutica: Una sana e corretta alimentazione per vivere meglio, prevenire alcune malattie e in taluni casi curare certe patologie. “Trattamento del dolore con prodotti di derivazione nutraceutica” è il focus che verrà trattato nell’ambito del II convegno sul tema “Nutraceutica, Alimentazione e Salute” organizzato dal prof. Gioacchino Calapai, responsabile scientifico dell’evento che si svolgerà venerdì 4 e sabato 5 ottobre nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Messina, dalle ore 15,00 di venerdì fino alle 13,00 di sabato.

Messina 01/10/2019   Nel corso delle due giornate si alterneranno le relazioni di esperti del settore della Nutraceutica, docenti universitari e giovani ricercatori. Numerosi i relatori, tra questi Angelo Izzo, ordinario di Farmacologia dell’Università Federico II di Napoli che affronterà gli aspetti generali della nutraceutica e Arrigo Cicero, Presidente della Società Italiana di Nutraceutica, che illustrerà il tema del trattamento delle dislipidemie con prodotti di derivazione nutraceutica.

Tra i temi del Convegno di grande attualità il microbiota intestinale, oggetto di due diverse relazioni presentate dalle dott.sse Patrizia Quartarone e Heide De Togni. Saranno anche illustrate le potenzialità dei nutraceutici in ambito sportivo nella relazione della prof.ssa Daniela Metro, e gli effetti dei nutraceutici che favoriscono la riduzione del peso, presentati dal prof. Herbert Ryan Marini. Altri contenuti del convegno saranno, la supplementazione con vitamina D nella presentazione del dott. Gianluca Rizzo, il tema ancora poco esplorato della nutraceutica in pediatria presentato dalla pediatra Rita La Paglia e argomenti di grande attualità, tra loro collegati, quali la nutrigenetica e la nutrigenomica, affrontati dal dott. Antonio Milici.  

Uno sguardo più attento verrà dato al trattamento del dolore con prodotti di derivazione nutraceutica. E’ il filo rosso che lega diverse presentazioni che tratteranno temi quali il dimetilfumarato nel dolore oncologico, gli omega-3 nell’emicrania, il betacariofillene nell’artrite, la capsaicina e gli aspetti legislativi che regolano l’uso della Cannabis, questi ultimi argomenti presentati rispettivamente dalle dott.sse Carmen Mannucci e Cristina Rubino. Nel corso della seconda giornata, si terrà anche una breve tavola rotonda sul tema “ Sviluppo di un Integratore alimentare di successo” a cui parteciperanno rappresentanti delle istituzioni (Ordine dei Medici, Ordine dei Farmacisti, Università) e delle aziende produttrici di nutraceutici.

La nutraceutica è un settore che si sta espandendo sempre di più- spiega il prof. Calapai nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattina a palazzo Zanca - grazie alle ricerche di base ma anche a quelle sull’uomo che confermano le promesse che questi prodotti manifestano in campo sperimentale. Ne consegue un interesse sempre maggiore da parte della comunità scientifica e in numero crescente sono i risultati visibili nella pratica quotidiana”. “Un altro argomento importante che verrà trattato nel convegno- prosegue Calapai - è l’uso dei prodotti derivati dalla cannabis. Si cercherà di far luce sul quadro legislativo e normativo che riguarda i derivati di questa pianta tanto discussa. Nonostante le polemiche di natura politica in merito al loro impiego, i risultati sull’uso della cannabis nel trattamento dei dolori sono più che soddisfacenti”.

“La nutraceutica - spiega il dott. Domenico Trombetta – è un settore in fortissima espansione soprattutto nell’ultimo decennio, solo in Italia, ogni anno si attesta un incremento dell’8% del prodotto commerciale. Sono alimenti o trattamenti che ci consentono di migliorare la nostra salute, di prevenire e talora migliorare alcune patologie croniche solo attraverso l’alimentazione naturale”.

Devi effettuare il login per inviare commenti