Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Mostra d’arte alla Faktory Gallery di Gioia Tauro Il maestro Xante Battaglia incontra pittori siciliani il 18 settembre al vernissage Presenta la mostra il critico prof.ssa Maria Teresa Prestigiacomo

- di Gennaro Galdi -

Gioia Tauro, RC. Il 18 settembre ore 18.30 mostra d’arte collettiva alla Gioia Art Faktory Gallery di Gioia Tauro, sul corso Principale della ridente cittadina calabra: il maestro Xante Battaglia, docente di Cattedra di Pittura della massima Istituzione d’arte, l’Accademia Di Belle Arti di Brera, Milano, incontra valenti pittori siciliani: Carmelo Crea (Digital Art), Giuseppe Marino, Enzo Napolitano, Beatrice Nicosia, Salvo Privitera e Nuccia Sileci. Scrive il critico Maria Teresa Prestigiacomo:”Interessanti esponenti dell’arte del ventennio del duemila; le loro opere si pongono come opere di sicuro investimento, per il corposo Curriculum Vitae degli artisti e per le atmosfere che esse trasmettono. La mostra gode del Patrocinio Culturale de La Stanza dell’Arte di Bellagio, Como, presidente il dr Simone Saccomani ed è promossa dall’Accademia Euromediterranea delle Arti (che organizza eventi internazionali di elevato spessore) presidente il critico d’arte Prof.ssa Maria Teresa Prestigiacomo, (giornalista direttrice di rivista internazionale inglese, italiano, per l’Arte ed il Cinema ( Red Carpet Magazine), critico scelto dal Maestro Battaglia per la presentazione della mostra, critico che in passato, a Parigi, a Berlino, a Taormina ha presentato il noto maestro storicizzato.

20210905 151139

Nella foto, un’opera del maestro Battaglia (del ciclo Madre Arcaica) artista che sarà presente all’evento, avendo espresso massimo compiacimento per le opere degli artisti conosciuti come Salvo Privitera di Catania, denominato dal maestro Battaglia il Morandi e il Guccione del terzo millennio, per le atmosfere rarefatte che contraddistinguevano il maestro di Scicli ed il maestro bolognese del realismo magico. Gli altri artisti sono di altrettanto valore ed elevato spessore artistico come il maestro Enzo Napolitano, Pippo Marino… Carmelo Crea, ex pilota aeronautico di rotte internazionali, pittore raffinato di Digital Art che immette sentimenti e calore, dialogando amorevolmente e non meccanicamente, ore ed ore, al computer, evocando gioie di giornate serene in campagna o trascorse felicemente in famiglia; il maestro Giuseppe Marino, “scultore di sentimenti e di emozioni”, attraverso le sue tele che captano l’attenzione del visitatore che non può che soffermarsi sulla sua brillante tecnica; allo stesso modo per Enzo Napolitano, fondatore del Magmatismo, sostenuto dai suoi stimati colleghi, apprezzato al Museo del Lussemburgo ed in diversi Musei del mondo, noto per essere stato selezionato da Sgarbi per il noto Catalogo Mondadori (e presto con catalogo di una Casa editrice che pubblica i libri del noto critico di Ferrara: Rubbettino Editore, da me proposto. Inoltre, che dire di Beatrice Nicosia? E’ fondatrice del Manifesto d’Arte, depositato presso le Biblioteche Nazionali; l’artista si fa notare per la sua tecnica che trova nella pazienza certosina delle diverse asciugature di posa della pittura, il suo punto di forza ed anche nell’ ulteriore sovrapposizione di forme e volumi dalle felici rese impressionistiche. Ed infine, ultima ma non “ultima” Nuccia Sileci, dai suoi “paesaggi geometrici di memorie”, dalle brillanti cromìe: una pittura originalissima che non attinge ad altri stili pittorici ma si nutre della propria, spiccata personalità artistica della pittrice siciliana. Infine, il già citato Salvo Privitera, catanese, di cui il Maestro Battaglia nutre profonda stima; le sue tele si configurano come un passaggio di testimone( afferma il maestro Battaglia) di leggendari artisti che hanno scritto la Storia dell’Arte del secolo scorso. In conclusione, una Mostra da non perdere, per dei pittori di sicuro investimento e dai contenuti profondi; un confronto utile funzionale a far riflettere quanto il Mediterraneo possa trovare diverse espressioni nell’arte, pur sempre con felici e brillanti esiti. Un orgoglio, per me, critico presentare questi artisti, in Italia, prima della loro presentazione che vorrò realizzare in grande stile in due città europee…che non intendo svelare…suspence… per volontà degli artisti, per scaramanzia”.  

La mostra alla Gioia Art Faktory di Gioia Tauro ( Rc) Via Roma 77 ( Gemellata con Venice Faktory di Venezia)resterà aperta dal 18 settembre sino al 2 ottobre dalle ore 15.30 alle ore 19.30 e per appuntamento telefonando al numero 3351649946 e al numero 3427634086 per prenotazioni opere.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Dicembre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31