Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Articoli filtrati per data: Lunedì, 30 Settembre 2019

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Catania. Un busto reliquiario dolce dedicato a Sant'Agata:tanto forte è  la devozione alla Santa che non poteva mancare questa straordinaria iniziativa d' eccellenza che reca la firma prestigiosa di una  giovane e valente cake design di tutto rispetto  e responsabile dell' Associazione Ristoworldt  Italy per il cake design Agata Consoli che oggi abbiamo incontrato a Catania al Palazzo degli elefanti per la presentazione della torta Provvidenza dedicata alla Santa protettrice di Catania.

IMG 20190930 WA0025

Parlami del busto reliquiario dolce, Agata: "Per l'associazione ho ideato, diretto e coordinato un gruppo di 16 persone per la realizzazione del busto reliquiario in scala 1:1 di Sant'Agata in porcellana fredda ( un materiale dalla consistenza molto simile alla pasta di zucchero). L'opera è stata donata ed è tutt'ora sull'altare di Sant'Agata la vetere a Catania".

IMG 20190930 WA0024

Noi non possiamo che esprimere compiacimento  per queste opere d' arte dell' antica   tradizione  dolciaria  che sposa nuove tecniche e nuovo design, nel segno della memoria storica  legata al territorio di Catania  e della Sicilia ...nel mondo. Oggi abbiamo gustato la  nuova torta Provvidenza dedicata al  Verga della quale abbiamo parlato nel nostro giornale .

Pubblicato in Comunicati stampa

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Taormina, ME.Due appuntamenti da non perdere all’Odeon il prossimo weekend: l’Orchestra plettro Città di Taormina e il duo Carla Aventaggiato e Maurizio Matarrese.

Per la programmazione Autunno all’Odeon organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia non poteva mancare l’appuntamento con l’Orchestra a plettro Città di Taormina. Fiore all’occhiello della città l’orchestra è stata fondata agli inizi del 1900 da alcuni musicisti taorminesi e si è evoluta lungo il corso degli anni diventando una realtà stabile richiesta in tutto il mondo. Sabato 5 ottobre l'Orchestra a Plettro Città di Taormina, diretta dal Maestro Antonino Pellitteri, dopo il successo dello scorso anno, suonerà i grandi classici del suo repertorio. In un immaginario viaggio musicale tra classico e moderno, tradizionale e contemporaneo, lo spettatore, accanto alle note del celebre Intermezzo tratto della 'Cavalleria rusticana' di Mascagni, potrà ascoltare alcune delle più belle colonne sonore scritte da compositori come Ennio Morricone. Alle antiche e tradizionali romanze siciliane si alterneranno nuove composizioni di autori siciliani contemporanei. Tra i brani in programma anche una composizione del musicista taorminese Pancrazio Gulotta scritta nel 1961 appositamente per l’Orchestra a plettro Città di Taormina. In programma inoltre musiche di Sollima, Incudine e Pullara, compositori siciliani contemporanei ma anche la celebre mattinata siciliana E vui durmiti ancora e celebri canzoni della tradizione partenopea. Per la prima volta insieme all’ Orchestra la voce straordinaria del Soprano Francesca Adamo Sollima.

Domenica 6 ottobre è la volta del duo Carla Aventaggiato e Maurizio Matarrese coppia di pianisti estremamente dotati dal punto di vista strumentale sorretti da una sensibilità particolare. Entrambi sono docenti di pianoforte principale presso il Conservatorio ” N. Piccinni ” di Bari e svolgono attività concertistica sia da solisti che in duo pianistico che li porta a tenere concerti in diverse città italiane ed estere. Si dedicano in particolare a pagine musicali a lungo tempo dimenticate, allargando così in maniera significativa il repertorio. La ricerca di composizioni per pianoforte a quattro mani ha permesso di scoprire inaspettatamente una copiosa letteratura, in parte del tutto sconosciuta. Il Duo Aventaggiato-Matarrese eseguirà a quattro mani musiche di Debussy Ravel e Faurè in collaborazione con Associazione Musicale Almoetia.

La settimana dopo il programma Autunno all’Odeon subirà una piccola modifica giovedì 10 ottobre lo spettacolo unico nel suo genere Note dall’Inferno – Dante in jazz con Gigi Borruso, musiche di Diego Spitaleri e Fabio Lannino, Intervista a Dante di Gery Palazzotto e venerdì 11 ottobre invece il concerto Tribute to Diane Schuur, Lucy Garcia alla voce, Fabrizio Giambanco alla batteria, Diego Spitaleri al piano e Fabio Lannino al contrabasso e basso elettrico.

L’Odeon è uno spazio storico nel cuore di Taormina che ritorna alla sua naturale destinazione di rappresentazioni musicali, teatrali e letterarie grazie al Parco Archeologico Naxos-Taormina. La stagione Autunno all’Odeon è sostenuta dagli Assessorati Regionali Turismo, Sport e Spettacolo, Beni Culturali e dal Comune di Taormina e continua questa settimana con un ricco programma di concerti.

Pubblicato in Comunicati stampa

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Messina.ARB conquista il pubblico di tutte le età e presenta il cartellone della stagione 2019 -2020. A seguito del successo della scorsa stagione, nella città dello stretto, si continua a respirare "Aria nuova in ME", titolo scelto per la stagione artistica al Teatro Savio, siglata dall'Associazione Culturale ARB.

Numerosi gli appuntamenti che mettono in scena una proposta innovativa, una vera e propria avventura, di arte e di vita, diversificata e aperta a tutti i cittadini che credono nella tradizione e nel futuro di Messina.

La scelta di investire sullo storico Teatro Savio, per troppo tempo dimenticato è stata accolta con entusiasmo  dai cittadini messinesi che anche per questa stagione non rimarranno delusi.

"Aria Nuova in Me 2019 -20" a conferma della volontà di coinvolgere un pubblico ampio, prosegue con la politica economica abbordabile, al fine di  rendere il teatro fruibile a tutte le tasche. Con agevolazioni crescenti per gruppi e per età. Novità anche per gli abbonamenti sempre più accessibili e suddivisi per genere di spettacoli: musica pop- musica jazz- prosa e cabaret.

Si comincia sabato 12 ottobre alle ore 21.00 con il concerto “La chitarra di Lucio canta Battisti” con Massimo Luca chitarrista storico di Lucio Battisti e la Band messinese Aedo.

L'associazione culturale ARB ritiene dare continuità al percorso avviato lo scorso anno selezionando alcune tra le proposte di maggior “qualità” di questo specifico settore, per donare nuove opportunità alla città di Messina.

Maggiore sarà la sinergia tra il teatro e l’offerta formativa con il progetto “Dietro le quinte: va in scena la formazione” che metterà al centro quelle figure professionali indispensabili per la riuscita di uno spettacolo quali: datore luci – fonico- scenografia e  costumi- direttore di scena-macchinista-attrezzista-regia.

 “Aria nuova in Me stagione 2019-20”: un progresso umano, collettivo ed individuale del quale vi chiediamo di far parte. Per prenotazioni ed abbonamenti

Dinah Caminiti

cell.  3711441480  

Associazione culturale ARB

Pubblicato in Comunicati stampa

- di Maria Teresa Prestigiacomo -



Taormina, ME. Si è concluso con notevole ma aspettato successo il Seminario Nazionale organizzato  dall'Ammi sul tema  Musicoterapia, meeting che ci ha regalato momenti di intense  riflessioni con i significativi interventi degli insigni relatorii e serate cariche di  di emozioni, nel  pre-conviviale  catterizzato dal bel canto di Paola Miraglia e dalle canzoni anni Sessanta e Settanta di Dino dei Camaleonti, dei Gens...eseguite da professionisti medici volontari dalle splendide voci come la figlia d'arte Katia Bevacqua, figlia del noto tenore Bevacqua.

87a3f576 8275 4f48 95af f142da3ab540

 “La musicoterapia e la coscienza”, questo il tema centrale della lectio magistralis tenuta dal dott. Nicolò Schepis, pedagogista, psicologo, esperto di composizione e musica nelle relazioni sociali, nell’ambito del XXVI seminario nazionale dell’Ammi, in corso ancora oggi all’hotel Villa Deodoro a Taormina. Interessanti gli spunti proposti dal dott.Schepis il quale ha illustrato anche con esempi musicali le dinamiche emozionali provocate dall’ascolto di certi tipi di musica. Mozart, in assoluto il compositore che meglio di altri ha intuito e messo in atto gli strumenti e i processi del rapporto musica/animo umano. La sublime e brillante voce di Paola Miraglia accompagnata al pianoforte dal medico/pianista Fabio Catalano ha contribuito, grazie all’esecuzione di alcuni brani, a rafforzare nei presenti il concetto legato alla potenza espressiva della musica e alla sua capacità di influenzare la nostra coscienza.  L’evento ha avuto inizio con il saluto della presidente sez. Messina dell’Ammi Rosellina Zamblera Crisafulli, della presidente nazionale Elvira Oliviero Lippi, del capo di gabinetto della prefettura di Messina Caterina Minutoli, del colonnello medico Alfonso Zizza, direttore del dipartimento militare di medicina legale, di Giuseppe Antoci, ex presidente Parco dei Nebrodi, di Giacomo Caudo, presidente Ordine dei Medici di Messina e di Antonino Arcoraci, presidente Federspev Messina.

IMG 20190930 WA0034

È stata inoltre premiata con una borsa di studio,  la dott. Elena Andreucci con un interessante progetto di ricerca che verrà portato avanti presso il dipartimento di scienze biomediche presso l’ospedale Serio di Firenze. Hanno dato un contributo al convegno anche i medici musicisti dell’associazione “i Fikissimi” (Katia Bevacqua, Salvatore Signorino, Franco D’Arrigo) accompagnati al pianoforte dal medico/ musicista Antonino Foti.

IMG 20190930 WA0035

Domani ci saranno le relazioni della neurologa e psicoterapeuta rogersiana Marinella Ruggeri e della psicologa e psicoterapeuta Angelida Ullo, a moderare sarà Carlo Gargiulo, medico e giornalista Rai. A seguire il contributo de “I Fikissimi” (Massimo Pulitanò, Cosimo Milone, Elvira Marsico, Luisa Barbaro e Giovanna Genitori) e del medico/cantastorie Gaetano Vecchio. Alla presidente Ammi dott.ssa Rosellina Zamblera ed al direttivo da parte di Messinaweb.eu e mia personale il compiacimento per una perfetta organizzazione ed un convegno pregnante di riflessioni che lascerà sicuramente una traccia in ognuno dei partecipanti.    

Pubblicato in Comunicati stampa

«CONTROESODO, ESSERE COMUNITÀ PER RITROVARE IL FUTURO»

Dopo Librino, il Cantico di San Francesco tra le vie di Piedimonte Etneo, Randazzo, 

Castiglione di Sicilia, Malvagna, Motta Camastra, Graniti, Gaggi e Francavilla

 - di Maria Teresa Prestigiacomo -

Le comunità dei Parchi dell’Etna e dell’Alcantara unite nella preghiera del Cantico delle Creature di San Francesco. Così il mecenate Antonio Presti ha voluto riaccendere l’anima di quei luoghi unici al mondo per la loro storia, il paesaggio, le tradizioni, che oggi rischiano di morire a causa di una migrazione di massa avvenuta in nome della globalizzazione, che ha messo a nudo la crisi di questo presente e la fragilità di questa terra.

a

Cinque giorni di Arte, Cultura e Bellezza all’insegna del “Controesodo” per riscoprire valori, identità e memoria, come atto di ricostituzione del tessuto connettivo tra le persone e i loro territori di appartenenza. Da mercoledì 2 a domenica 5 ottobre i comuni di Piedimonte Etneo, Randazzo, Castiglione di Sicilia, Malvagna, Motta Camastra, Graniti, Gaggi e Francavilla, riceveranno in dono le opere fotografiche monumentali che il presidente della Fondazione Fiumara D’Arte ha voluto realizzare quale «segno di ringraziamento e restituzione dopo 40 anni di semina nella Valle dell’Halaesa Parco dei Nebrodi. Sento l’esigenza di innestare una nuova visione etica ed estetica in questi territori – sottolinea Presti – per veder nascere, nel deserto dell’anima contemporanea, nuove traiettorie di futuro».

b

Un’azione artistica ed educativa intrapresa con un lungo percorso di condivisione e dialogo con famiglie, scuole, chiese e Amministrazioni: un lavoro che è anche relazione maieutica per riconoscere le proprie radici, il valore della conoscenza come strumento di crescita personale e comunitario; per acquisire le capacità creative del pensiero critico.

 c

Il progetto ha rivitalizzato le strutture fondanti delle comunità attraverso laboratori fotografici realizzati unendo tutti gli attori sociali. “Controesodo” ha ritratto coppie di Mamma/figlio, Papà/figlio, Nonno/nipote, Nonna/nipote, coinvolgendo ciascuno studente, dall’infanzia agli istituti superiori. Fotografi - amatoriali e professionisti - hanno immortalato le famiglie durante shooting organizzati nei luoghi vissuti quotidianamente dagli abitanti. La Fondazione ha popi selezionato gli scatti per stamparli su manifesti che sono stati affissi lungo gli assi viari principali o in luoghi simbolo della comunità, d’intesa con le istituzioni locali. Ogni immagine è accompagnata dalle parole del Cantico delle Creature (1226) di San Francesco: una lode a Dio e alle sue opere che ancora oggi suona come un rivoluzionario manifesto di comunione e pace con il mondo e i suoi elementi. Attraverso l’accostamento delle immagini con i versi del Cantico, i membri delle comunità verranno simbolicamente “rinominati”, costituendo una sorta di grande canto spirituale unificante, il cui impatto estetico e simbolico fungerà da detonatore culturale e sociale.

g 

«Accogliamo con immenso piacere il progetto “Il cantico delle Creature di Castiglione di Sicilia / le Grandi Madri” – sottolinea il sindaco di Castiglione di Sicilia Antonio Camarda - che vede la nostra comunità, le nostre madri con i loro figli in prima linea. Un progetto di bellezza che simboleggia con la semplicità del cantico di San Francesco, la forza delle radici, la forza di chi ha deciso di rimanere a vivere qui, nel nostro territorio. È un messaggio di bellezza e di coraggio. Il coraggio di chi rimanendo nel nostro borgo ha fatto sì che lo stesso continuasse a vivere: il controesodo, infatti, è già in corso. Oggi Castiglione di Sicilia è un borgo ricco di beni culturali, di arte, di storia e con un patrimonio vitivinicolo unico, preservato dai suoi abitanti. Il nostro territorio è museo a cielo aperto fra l'Etna e l'Alcantara. Il nostro Borgo, oggi si arricchisce di un’opera donata dal maestro Antonio Presti: un atto di amore nei confronti delle sue grandi madri e del territorio tutto».

«Il progetto ha sicuramente aggiunto valore non soltanto agli studenti ma a tutta la comunità della Valle dell’Alcantara – spiega la dirigente dell'istituto comprensivo di Francavilla Maria Rita Lo Giudice - importante non solo da un punto di vista artistico ma etico, ha contribuito a restituire identità e senso di appartenenza, migliorando l’autostima e il senso di efficacia individuale. Oggi la scuola fa parte di un sistema formativo policentrico in cui sono presenti le famiglie, l’Amministrazione, le agenzie educative. Per fare comunità educante serve sinergia con tutti i soggetti coinvolti nel processo, serve individuare comuni prospettive di senso e di cambiamento. “Controesodo” ha contribuito alla costruzione di un sistema formativo allargato e strettamente correlato con il territorio, ha permesso di realizzare percorsi di educazione alle emozioni e al lavoro cooperativo, percorsi di sensibilizzazione e formazione alla conoscenza, dedicati non solo agli alunni ma anche ai loro familiari e agli educatori. Ha offerto l’opportunità di formare gli studenti a una cittadinanza attiva, impegnata, consapevole, responsabile, aperta alle diversità, alla complessità e al dinamismo della società contemporanea».

Anche il Circolo Didattico “Don Lorenzo Milani” di Randazzo ha collaborato con impegno per la realizzazione del progetto «che è risultato pienamente coerente con il lavoro di una scuola che cerca di contribuire alla formazione dei giovani, prestando attenzione al contesto territoriale – dichiara la prof.ssa Rita Pagano, dirigente dell’istituto - l’installazione monumentale delle foto di bambini e nonni con le frasi del Cantico di San Francesco è nata dall’idea di promuovere valori utili ad arginare l’esodo che ha portato e continua a portare via tanti giovani dai loro Paesi. Da ciò il tentativo del Maestro Presti di creare un “controesodo” ancorato sul senso dell’identità, sull’intraprendenza e sul sacrificio. Le famiglie degli alunni hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa e circa duecentosettanta bambini sono stati fotografati con i nonni. Pertanto, la scuola è diventata centro di importanti collaborazioni per la realizzazione di incontri, laboratori, fotografie e di tutte le attività previste. Il risultato ha superato le aspettative e, proprio per questo motivo è importante il ringraziamento al sindaco che, ancora una volta, ha manifestato grande fiducia nei confronti del lavoro effettuato dalle scuole per la formazione dei giovani. Doveroso ringraziare il Maestro Antonio Presti e i suoi collaboratori, il personale scolastico, le famiglie e tutti coloro i quali hanno partecipato in vario modo».

INAUGURAZIONE DELLE OPERE MONUMENTALI

  • Mercoledì 2 ottobre a Randazzo (ore 10.30) e Graniti (ore 16.00);
  • Giovedì 3 ottobre a Malvagna (ore 10.30);
  • Venerdì 4 ottobre a Castiglione di Sicilia (ore 10.30);
  • Sabato 5 ottobre a Gaggi (ore 10.30) e Motta Camastra (ore 17.30)
  • Domenica 6 ottobre Bosco delle Betulle Crateri Sartorius (9.30) e Piedimonte Etneo (16.30)

IL PROGRAMMA

  • Mercoledì 2 Ottobre 2019 – FESTA DEI NONNI

RANDAZZO | ORE 10.30

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI RANDAZZO” - NONNI

Piazza Loreto

Scuole: Circolo Didattico Don Milani- Dirigente prof.ssa Rita Pagano

Istituto Comprensivo E. De Amicis - Dirigente prof. Salvatore Malfitana

Sindaco: Alfio Ragaglia

GRANITI ORE 16.00

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI GRANITI” - NONNI

Presso la Villa Comunale

Scuola: I.C. Francavilla di Sicilia sede Graniti – Dir. prof.ssa Maria Rita Lo Giudice

Sindaco: dott. Paolino Lo Giudice.

  • Giovedì 3 Ottobre 2019

MALVAGNA | ORE 10:30

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI MALVAGNA” - NONNE

Via Garibaldi, presso Scuole.

Scuola: I.C. Francavilla di Sicilia (Malvagna) – Dir. prof.ssa Maria Rita Lo Giudice

Sindaco: dott. Giuseppe Cunsolo

  • Venerdì 4 Ottobre 2019 – FESTA DI SAN FRANCESCO

CASTIGLIONE DI SICILIA | ORE 10:30

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI CASTIGLIONE DI SICILIA” - MAMME

Via Margherita

Scuola: Istituto Comprensivo S. Calì Linguaglossa – sede di Castiglione di Sicilia Dirig. dott.ssa Venera Marano

Sindaco: dott. Antonio Camarda

  • Sabato 5 Ottobre 2019 – LE GRANDI MADRI

GAGGI ORE 10.30

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI GAGGI” - MAMME

Viale Regina Margherita, presso Scuola R. Lambruschini

Scuola: Istituto Comprensivo Giardini sede Gaggi, Dirigente prof. William D’Arrigo

Sindaco: dott. Giuseppe Cundari

MOTTA CAMASTRA ORE 17.30 – FESTA DELLA NOCE

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI MOTTA CAMASTRA” - MAMME

Via Roma parte sottostante Piazza Giovanni Verga.

Scuola: Istituto Comprensivo Francavilla di Sicilia sede di Motta Camastra, Dirigente: prof.ssa Maria Rita Lo Giudice

Sindaco: geom. Carmelo Blancato

MOSTRA “NOI SIAMO BELLEZZA” | Associazione Famiglie Persone Down Catania – foto di Antonella Cunsolo e Gabriele Strazzeri dell’Ass. Studio Art’è Fotografia.

Presso Antico Frantoio – Istituto per la Cultura Siciliana – La Voce dell’Isola.

ARCHIVIO SOCIO ANTROPOLOGICO - SALONE BARBIERE COSENTINO

Corso Umberto 109 – IDENTITÀ E COMUNITÀ

  • Domenica 6 OTTOBRE 2019

BOSCO DELLE BETULLE CRATERI SARTORIUS- PASSEGGIATA

In collaborazione con l’Amministrazione Piedimonte Etneo

Organizzata dall’associazione: Salviamo i boschi con la partecipazione: CAI Acireale, CAI Giarre, WWF Sicilia Nord Orientale Catania, Alpinismo giovanile CAI Acireale, Alternanza scuola lavoro Liceo scientifico Archimede di Acireale, Vivi Simeto, Assicurazioni olistica etnea, Associazione Almayoga, STOCUSVIT, Associazione Famiglie Persone Down Catania, Associazione Controvento Catania, Società cooperativa Pietrangolare Comiso

09:30 Raduno dei partecipanti nella piazza Municipio di Sant’Alfio

10:30 Inizio passeggiata Bosco delle Betulle Crateri Sartorius

12:30/13:00 PRANZO A SACCO

PIEDIMONTE ETNEO ORE 16.30

Inaugurazione installazione artistica “IL CANTICO DI PIEDIMONTE ETNEO” – PAPÀ

Via Novara

Scuola: I.C. G. Macherione G. Galilei sede di Piedimonte Dirigente prof. Salvatore Puglisi

Sindaco dott. Ignazio Puglisi

SCUOLE COINVOLTE

Circolo Didattico Don Milani Randazzo - Dirigente prof.ssa Rita Pagano

Istituto Comprensivo E. De Amici Randazzo - Dirigente prof. Salvatore Malfitana.

Istituto Comprensivo Francavilla di Sicilia sedi: Graniti Malvagna, Motta Camastra - Dirigente Prof.ssa Maria Rita Lo Giudice

Istituto Comprensivo G. Macherione G. Galilei Piedimonte sede Piedomonte Etneo Dirigente prof. Salvatore Puglisi

Istituto Comprensivo Giardini sede Gaggi - Dirigente prof. William D’Arrigo

Istituto Comprensivo S. Calì Linguaglossa sede Castiglione di Sicilia – Dirigente. dott.ssa Venera Marano

FOTOGRAFI

Castiglione di Sicilia: Rosita Lipari, Veronica Russo, Monica Sposito, Gruppo fotografico “LE GRU” EFI: Giuseppe Amenta, Stefano Giacometti, Nunzia Schifilliti, Michele Torrisi, Massimo Vittorio.

Gaggi: Lorenzo Marchese, Andrej Comunale.

Graniti: Richard Ralya, Vincenzo Samperi, Gruppo fotografico “LE GRU” EFI: Salvatore Galvano, Michele Torrisi.

Malvagna: Salvatore Panebianco.

Motta Camastra: Gruppo fotografico “LE GRU” EFI: Ferdinando Portuese, Sebastiano Cosimo Auteri, Salvo Badalà, Nicoletta Bellini, Antonio D’Agata, Lorenzo D’Agata, Alessio Drago, Antonio Grasso, Salvatore Galvano, Antonio Spampinato, Giuseppe Spampinato, Michele Torrisi, Serena Vasta.

Piedimonte Etneo: Gianluca Leonardi, Veronica Raciti, Gruppo fotografico “LE GRU” Francesco Cammarata

Randazzo: Carmelita Bonfiglio, Giada Costanzo Zammataro, Lorenzo Marchese, Richard Ryala, Vincenzo Samperi, Antonella Sinagra, Gruppo fotografico “LE GRU” EFI Ferdinando Portuese, Giuseppe Amenta, Nicoletta Bellini, Salvo Badalà, Gianfranco Consiglio, Salvatore Galvano, Michele Torrisi, Serena Vasta.

ASSOCIAZIONI

Gruppo mamme a Castiglione di Sicilia, Mamme di Solicchiata, Sicily Green Sport, Art Project Graniti, Le Mamme del Borgo (Motta Camastra).

Pubblicato in Comunicati stampa

Calendario

« Settembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30