Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
rfodale

rfodale

“INNOVATION SICILY”

Tradizione e Innovazione 2022

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Capi unici creati su misura, ogni abito racconta una storia, l'arte della tradizione, incontra la modernità ed è subito magia, tessuti pregiati e raffinati ricami, lavorati interamente a mano, sono sapientemente adoperati per esaltare la naturale bellezza di ogni donna. Tutto questo è, “Kea Atelier”, il Giardino segreto, di Carmela Motta.

Kea Atelier”, domenica scorsa, ha presentato, la Nuova Collezione, “Innovation Sicily”, Tradizione e Innovazione 2022.

Particolarità è la lavorazione del “Tombolo”, candidato a diventare Patrimonio immateriale dell’Unesco, un antichissimo strumento che veniva adoperato per realizzare le trine e i merletti che, un tempo, decoravano il corredo delle spose. Oggi, grazie a “Kea Atelier” e alle sue “tombolose”, quella stessa tecnica, applicata a tessuti pregiati e delicati, torna in auge e lo fa nel modo migliore possibile: riescono a trasformare un tessuto, in una vera opera d’arte, addosso alla donna, nei suoi momenti più belli.

Kea Atelier” è sinonimo di “alta sartorialità”, ricerca del nuovo, amore per il dettaglio che stupisce e che riesce a fare la differenza.

Con “Kea Atelier”, la protagonista sei tu, perché, la sposa “Kea”, si distingue da tutte le altre, grazie ai dettagli.



 Tutti i premiati Dodici premiati a Best in Sicily 2021, il riconoscimento dedicato alle eccellenze del gusto e dell’ospitalità, organizzato dal giornale Cronache di Gusto. Un premio per ognuna delle 12 categorie. Si è appena conclusa la cerimonia della tredicesima edizione di Best in Sicily, che si è svolta al Teatro Vittorio Emanuele II di Messina. Ecco tutti i premiati Best in Sicily 2021 Miglior Produttore di Vino Mario Paoluzi I Custodi delle Vigne dell’Etna Castiglione di Sicilia (Ct) Migliore produttore di Formaggio Luisa Costanzo Randazzo (Ct) Migliore Macellaio Vito Di Benedetto I Sapori Castellammare del Golfo (Tp) Miglior Birrificio Artigianale Epica Sinagra (Me) Migliore Azienda Conserviera Testa Conserve Catania Migliore Fornaio Valeria Messina
Forno Biancuccia Catania Migliore Pastificio Artigianale Feudo Mondello Monreale (Pa) Migliore Pizzeria L’Orso Messina Migliore Trattoria Osteria del Maiale Nero Raccuja (Me) Migliore Albergo Unìco Palermo Miglior Ristorante Votavota Marina di Ragusa Migliore Comune per l’Enogastronomia Linguaglossa Al premio per alcune delle 12 categorie si sono aggiunti i riconoscimenti di alcuni sponsor come Amara, Auroflex, Moak, Thalass. E sono stati anche nostri compagni di viaggio Unicredit, il consorzio Ricrea, Rosso Siculo, Lagardère, Italy Car Rent, Im*media, Zanussi, Fondazione Albatros, Corfil Carni, Priulla Print, Associazione Provinciale Cuochi Messina, Cavagrande, Tusibio e Plasticonf, e Contrade dell’Etna. Il tutto in collaborazione con Fizz Comunicazione, Royal Palace Hotel e Thalass. E’ stata una serata ricca di presenze e di emozioni. Hanno presenziato alla cerimonia il Presidente della Regione Siciliana, Nuccio Musumeci e il vice presidente Gaetano Armao. “Lieto- ha detto Musumeci- di rendere onore e merito all’impegno di tanti imprenditori e artigiani impegnati con successo nel settore enogastronomico e dell’accoglienza. Abbiamo avuto finora la convinzione che il lavoro nella pubblica amministrazione fosse per i giovani una sorta di ammortizzatore sociale, delegittimando il lavoro manuale, creando solo un impoverimento generale. L'agroalimentare è una delle carte più importanti da giocare per fare impresa nella nostra regione. Sono qui stasera, perché nonostante le difficoltà, voglio dire grazie ai nostri imprenditori. Purtroppo i siciliani hanno spesso la tendenza ad essere individualisti, anche nel fare impresa, ma stiamo imparando a fare squadra. Stiamo lavorando sulla formazione per recuperare tanto tempo perduto. Dobbiamo tornare protagonisti nel Mediterraneo, perché è lì il nostro futuro. Investire sempre di più nella creazione di prodotti che donino emozioni”.

SI AUSPICA CHE CATENO DE LUCA DIVENTI SINDACO DI SICILIA (PRESIDENTE    DELLA   REGIONE)

L’etimologia della parla “POLITICA” trae origine dal greco : Arte o Tecnica del “Buon Governo” Oggi i Politici non rappresentano il Paese che li ha eletti e tanto meno gli elettori si riconoscono nei propri rappresentanti.

Nei partiti è venuto meno il Sistema democratico, vale a dire la formazione del consenso attraverso il confronto ed il dibattito.

Si rileva come in Italia negli ultimi anni sono cambiati i nomi di quasi tutti i partiti, ma le persone e le politiche sono rimaste le stesse. Ogni decisione politica , dalla scelta dei candidati al programma ed alle strategie, viene presa da un numero ristrettissimo di persone.

Contrariamente a quanto   avviene nelle vere democrazie , ove il politico si forma sul campo e viene eletto dai cittadini che lo hanno conosciuto sul territorio, in Italia i candidati sono ormai imposti dal vertice del partiti politici e nella maggior parte dei casi sconosciuti agli elettori: si pensi al caso, ormai una costante, di politici NOMINATI in collegi elettorale in cui non sono nati, ne hanno vissuto o operato.

Le file dei partiti cosiddetti politici sono gremite dai “clientes” i quali hanno interessi ad appoggiare i partiti e i singoli candidati in relazione ai vantaggi che possono procurare una volta eletti.

Ancora una volta l’interesse personale prevale su quello collettivo.

CATENO ONE

La Politica, pertanto , diventa un misero marchingegno, interpretata dai “troppo furbi” che cercano di orientarsi in un intreccio di interessi ovviamente quasi mai dichiarati.

Per questo motivo, tuttora l’invito delle persone pulite è quello di stare lontani da un sistema che in ogni caso avrebbe imposto compromessi.

Così, con questa presa di distanza di tutti quanti preferivano dedicarsi alle attività lavorative, è stato lasciato campo libero agli affaristi o mestieranti della politica, costretti a fare politica tutta la vita, privi come sono di altra fonte di reddito.

Il Politico deve essere soprattutto un grande amministratore , nelle scelte deve prevalere sempre il criterio del sig. MERITO cosi’ come statuito dal dettato costituzionale ed in modo particolare dall’art.97 (La Buona Amministrazione) della Costituzione che sostanzialmente afferma come l’attività della pubblica amministrazione debba essere ISPIRATA ai criteri del BUON ANDAMENTO, imparzialità , economicità, trasparenza.

Pertanto colui il quale si vuole candidare ad amministrare la “RES   PUBBLICA” deve possedere un “CURRICULUM” per dimostrare di avere capacità ed esperienza maturata sul campo, in modo particolare quando il “candidato” aspira ad assurgere a posti istituzionali di primissimo piano del panorama politico nazionale .

Infine affermo che Cateno De Luca n.q. il Sindaco di Messina   sta facendo la RIVOLUZIONE, cambiando le regole del gioco della Politica in Italia (In tre anni ha ridotto drasticamente il Disavanzo di bilancio (  40 anni di Malgoverno cittadino avevano generato 550 milioni di euro) a 140 milioni di euro; efficientando la macchina amministrativa (Riduzione dei Dipartimenti Comunali da 23 a 5), drastica riduzione dei superpagati (oltre 150.000 annuo di stipendio)Dirigenti (da 25 a 6) attivando numerosi progetti, vincendo Bandi di finanziamento europeo ( circa 1 Miliardo di euro), accelerando la spesa per i progetti finanziati ( dall’ultimo posto , al primo in Italia!!)

Pertanto l’on. Cateno De Luca da circa 20 anni ha ottenuto sia come Sindaco di Fiumedinisi, sia come Sindaco di Santa Teresa e soprattutto come Sindaco di Messina   risultati straordinari “ CORAM POPULO”, denunciando pubblicamente gli Sperperi di “ Denaro Pubblico”   finalizzati alla politica clientelare e razionalizzando la spesa e riducendo drasticamente il disavanzo del Comune di Messina, ha ridato dignità ai dipendenti dei Servizi sociali che sono stati tolti dallo stato di SCHIAVITU delle Cooperative, notevole incremento della Raccolta differenziata (dall’8 % al 60%), progetto di risanamento della Baraccopoli di Messina , Razionalizzazione della macchina comunale, impulsò alla Realizzazione delle Opere pubbliche, Bilanci regolarmente approvati secondo i termini di legge, etc

Infine ,nella veste di parlamentare regionale è stato l’unico su 90 colleghi parlamentari , a denunciare pubblicamente gli sperperi di denaro pubblico, nonché “fatti e misfatti dei poteri massonici deviati.

L’on. Cateno De Luca la Politica la fa per passione e non per interessi personali, secondo lo spirito del dettato costituzionale.

               Ing. Carmelo. Cascio

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Presentazione alla Stampa del ricco programma natalizio al Teatro

MESSINA (13 dic.) Martedì 14 dicembre, alle ore 10:45, nella sala sita al piano terra del Teatro Vittorio Emanuele, nel corso di una conferenza stampa, verrà presentato il programma “Natale al Vittorio Emanuele”, un cartellone ricco e variegato di musica e danza che dal 15 dicembre al 5 gennaio 2022 proporrà una serie di eventi di straordinario interesse.
Nel contempo, verrà illustrato il progetto “E’ Natale al Vittorio, cresce la cultura”, che ha visto la realizzazione di allestimenti natalizi, all’interno del Teatro, attraverso un percorso che coniuga “sicilianità” e “tradizione”, in sinergia con l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Messina e l’Istituto Superiore Minutoli, sezione agraria Cuppari.
All’incontro prenderanno parte il presidente dell’E.A.R. Teatro di Messina, Orazio Miloro, i consiglieri di amministrazione Giuseppe Ministeri e Nino Principato, il sovrintendente Gianfranco Scoglio, il direttore artistico sezione musica Matteo Pappalardo.
Parteciperanno, inoltre, il presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali Salvatore Messina ed il Dirigente scolastico dell’I.S. Minutoli Piero La Tona.

- di  Maria Teresa Prestigiacomo -

La storia di un viaggio e di un sogno chiuso nella custodia di un violino.

Un film sul diritto di ogni bambino al proprio futuro.

Andrà in onda in prima visione assoluta su Rai3, venerdì 31 dicembre ore 15.20, su Rai Gulp il 1 gennaio alle ore 16:05 e alle ore 20:40 e sarà disponibile su Rai Play, La Custodia film animato diretto dal maestro dell’animazione Maurizio Forestieri.

La Custodia racconta il viaggio di un ragazzo che fugge da un Paese in guerra. Una storia di fantasia, narrata con il linguaggio dell’animazione, che unisce la poesia del racconto alla magia delle immagini e della musica.

Una storia emozionante di coraggio e di speranza, nel passaggio tra vecchio e nuovo anno.

In un luogo e in un tempo indefiniti il giovanissimo Fadi scappa da un Paese in guerra portando con sé una custodia di violino dalla quale non si separa mai. In compagnia di un gruppo di altri viaggiatori, Fadi attraversa deserti e mari in un percorso pieno di ostacoli. Lungo la strada conosce la misteriosa Naila e un gruppo di altri ragazzi che non gli rendono la vita facile. Alla fine del percorso, arrivati dopo un naufragio alla tanto agognata terra di Spes, i viaggiatori si trovano di fronte ad un muro invalicabile. Ma anche i muri non sono invincibili…

Il film, prodotto dalla Graphilm di Roma in collaborazione con Rai Ragazzi, ha vinto il premio come Miglior Film d'Animazione al NYIFA - New York International Film Awards™, il premio per la Miglior Regia al New York Animation Film Awards, è in nomination al Tokyo Anime Award Festival 2022 e al Providence Children’s Film Festival 2022.

La storia raccontata da Maurizio Forestieri e accompagnata dalle musiche originali di Roberto Frattini, è una fiaba per tutte le età dal sapore amaro. Un racconto simbolico dell’attualità e della Storia passata di tanti popoli che intraprendono un viaggio alla ricerca di luoghi più ospitali. Una storia di genitori che vogliono garantire ai propri figli un futuro migliore. Quel futuro che è il diritto di ogni bambino e il dovere di ogni civiltà.

Descrivere un viaggiosottolinea il regista Maurizio Forestieri - è una delle cose più usuali che può capitare. Ma questo viaggio è diverso: molto pericoloso, senza posto assegnato, senza orario di arrivo e soprattutto la certezza della destinazione. Un viaggio molto costoso per le famiglie che si indebitano a favore delle organizzazioni criminali, per strappare i propri cari da guerre e carestie, reclamando il diritto che ogni essere umano ha del proprio futuro. La trasfigurazione de La Custodia rappresenta un viaggio in un pianeta, forse la Terra o forse no, sospeso paradossalmente tra un passato di grandi civiltà e monumentali vestigia e un futuro distopico desolante e desertificato, ma dove si parla drammaticamente di un presente e cioè di quelle popolazioni costrette a fuggire dalle proprie terre e di migliaia di minori strappati ai loro affetti per essere abbandonati al proprio destino. È una favola senza lieto fine se non quello della speranza”.

Il film è prodotto dallo studio romano di animazione Graphilm Entertainment in collaborazione con Rai Ragazzi, con il sostegno del MiC - Ministero Italiano della Cultura, con il patrocinio di UNICEF e UNAR - Unione Nazionale Antidiscriminazioni Razziali. L'animazione è stata realizzata da Graphilm Entertainment, in collaborazione con lo studio siciliano Studio Rain e con lo studio tunisino CGS 3D.

Messa in onda: 31 dicembre 2021
Canale: Rai3
Durata: 40'

Replica: 1 gennaio 2022

Canale: Rai Gulp

Nice, Francia.Prosegue senza sosta la fitta tournée estera del pianista Gianfranco Pappalardo Fiumara. Dopo il grande successo riscosso all’Ateneo Romeno di Bucarest, domani, martedì 14 dicembre, alle ore 18 e 30, l’artista sarà protagonista del Concerto di Natale in programma al Consolato generale d’Italia a Nizza, in Francia, evento organizzato con il patrocinio del Ministero della Cultura. Pappalardo Fiumara, maestro concertatore e pianista, si esibirà con il soprano Elisa Moschella e il tenore Andrea Raiti. Il ricco repertorio che verrà proposto spazierà dalle musiche di Vincenzo Bellini a quelle di Giuseppe Verdi, da Giacomo Puccini a Gioacchino Rossini. “Questa ulteriore tournée in Francia, in collaborazione con il Ministero degli Esteri del Governo italiano – commenta Gianfranco Pappalardo Fiumara - rappresenta il proseguo di una serie di attività già iniziate, sia in Italia che all'estero, che da gennaio ci vedranno impegnati per tutto il 2022. Una serie di concerti che rappresentano il coronamento di una carriera certamente piena di arte e vocazione”. Nel nuovo anno Gianfranco Pappalardo Fiumara sarà protagonista di importanti appuntamenti nel mondo, da Bruxelles, dove sarà solista in un concerto con il soprano internazionale Sumi Jo, di fronte la famiglia reale, ad Helsinki, nella prestigiosa Concert Hall, e, nuovamente, alla Carnegie Hall di New York ed all'Ateneo di Bucarest.

Gianfranco Pappalardo Fiumara 2

“Ringrazio il Console italiano a Nizza, S.E. Caterina Gioiella, ed il presidente del Comites, Franco Valenti, per aver accolto la nostra tournée – prosegue il pianista - In questa terra dalla quale è partito il progetto dell'Italia unita oggi vogliamo dare piena testimonianza, attraverso la musica, l'opera lirica e l'arte rinascimentale italiana, del vero senso di unità d'Italia che, nei fatti e nella cultura, ha sicuramente visto protagonista il meridione d’Italia. A quel sud di patrioti ed italiani rivolgiamo – conclude Pappalardo Fiumara - con la musica e l'arte il nostro pensiero più nobile auspicando che il progetto voluto da Garibaldi possa finalmente e realmente attuarsi”. Nel corso della giornata, all’interno del Consolato generale d’Italia a Nizza, sarà presentato anche il volume, edito da Kalós Editori, “Ancone rinascimentali in Sicilia”, scritto dall’esperto in beni culturali Nicolò Fiorenza con la prefazione della Sovrintendente ai Beni Culturali di Catania, Donatella Aprile.  

di Maria Vadalà 

 

Per la 72° Stagione Concertistica dell’Accademia Filarmonica, in collaborazione con il Comune di Messina, il 12 dicembre presso la Basilica di S. Antonio si è svolto il Concerto “Il Natale della Rinascita”, che l’Orchestra da Camera Ars Musica di Messina ha proposto per festeggiare i trent’anni della fondazione di questo straordinario gruppo musicale. Nel 1991 alcuni giovani musicisti messinesi, oggi apprezzati professionisti, hanno dato vita a questo ensemble che ha riscosso sempre vivi consensi in Italia e all’estero. L’orchestra oggi è guidata dal violinista Giuseppe Fabio Lisanti e dal violoncellista Maurizio Salemi che cura anche la concertazione. Il vasto repertorio spazia dalla musica barocca a quella contemporanea, come attesta la partecipazione dell’orchestra alla Conferenza Musicale Mediterranea organizzata dal CISM di Palermo per dar lustro a tanti giovani compositori. Il ricco e piacevole programma ha proposto in apertura della serata il Concerto di Antonio Vivaldi in La maggiore F.XI n. 4 in tre tempi: Allegro molto, interessante per l’agile vitalità della melodia ricca di accattivanti varianti ed imitazioni; l’Andante molto che per la sua cantabilità costituisce una piacevole parentesi lirico-espressiva tra due tempi veloci; a conclusione l’Allegro finale dalla coinvolgente vivacità che caratterizza i “ripieni” del grande Maestro veneziano. A seguire di Arcangelo Corelli il Concerto op. 6 n.8 in Sol minore articolato in sei parti “Fatto per la notte di Natale” è un mirabile esempio della forma barocca del concerto grosso italiano, perfetto è l’equilibrio espressivo delle singole parti, il Concertino (formato da due violini ed un violoncello) rispetto agli altri archi offre una delicata cantabilità. Di Wolfgang Amadeus Mozart è stato eseguito il Divertimento per archi K 138 in Fa maggiore che presenta una melodia chiara e scorrevole, nell’Allegro iniziale l’intreccio dei due temi forma un brillante gioco musicale; l’Andante presenta eleganti figurazioni, interessante è l’intervento del violoncello su un accompagnamento sincopato degli altri archi; gioiosa è la cantabilità del Presto finale. La splendida serata si è conclusa con la Simple Symphony op. 4 di Benjamin Britten in cinque tempi: vi sono otto temi principali divisi in due movimenti, il più famoso è il pizzicato particolarmente apprezzato ed eseguito dai mandolinisti. La piacevolezza di questa sinfonia ha ispirato il coreografo Walter Gore che ne ha realizzato un balletto e molti temi della sinfonia sono stati utilizzati anche per la colonna sonora di alcune produzioni cinematografiche. Il pubblico ha molto apprezzato la performance dell’Orchestra così è stato eseguito come bis un pezzo che accomuna i due fratelli Johann e Josef Strauss il “Pizzicato-Polka”.

- La Redazione -

Taormina - Il Consiglio di Amministrazione di Asm composto dal presidente Alfio Auteri e dai consiglieri Antonio Sebastiano Smiroldo e Stefano Loria, dopo un’attenta valutazione dei due candidati alla nomina di direttore generale, invitati a colloquio con la collaborazione del dott. Giuseppe Bartorilla, Segretario generale del Comune di Taormina, stabilisce di proporre al Consiglio comunale, come da Statuto Asm, il nome del dott. ing. Nunzio Priolo, come candidato prescelto per la nomina.

Si ringrazia il dott. Salvatore Spartà per la graditissima partecipazione alla selezione.

Si rimane in attesa che il Consiglio comunale si esprima in merito alla proposta per poter avviare un percorso di proficua collaborazione per Asm e per Taormina.

Calendario

« Gennaio 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31