Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: comunicato della Genius Loci sulla nuova strada dei Basiliani

- di  M. C. -

In merito alla questione della nuova strada di collegamento con il Complesso monumentale dei Basiliani, l’Associazione Genius Loci prende posizione con un comunicato stampa firmato dal presidente Bernardo Dell’Aglio.

«La Genius Loci, un anno fa, aveva chiesto, con una raccolta di firme, la tutela e la salvaguardia del bene culturale settecentesco dei Basiliani. Ben mille firme raccolte dai cittadini barcellonesi, in una petizione di sensibilizzazione, poi depositate al Comune, dopo un incontro con gli amministratori, e inviate successivamente alla Prefettura di Messina, alla Sovrintendenza dei Beni culturali e infine alla Curia Arcivescovile. 

DSCF9485

Da quel momento non abbiamo più avuto notizie dagli interlocutori contattati. Adesso, da qualche giorno, sui social, è montata la polemica a seguito del completamento della strada che collega la via Leopardi con il complesso dei Basiliani e il parcheggio adiacente.  Molti cittadini hanno criticato soprattutto la striscia di asfalto di fronte agli edifici monumentali.

A tal proposito la nostra associazione vuol fare delle puntualizzazioni. La strada appena completata segue le indicazioni del Piano Regolatore Generale attualmente in vigore.  L’area attraversata dalla nuova strada è destinata dal PRG a parco, denominato “Parco Monte Croci” (Fp.4), sul lato monte, con recupero dei manufatti etno-antropologici  e spazi per il tempo libero, e a “Verde pubblico attrezzato a Parco” per quanto riguarda il lato che s’affaccia sul quartiere Immacolata.

Da discussioni intercorse da tempo e in varie occasioni con tecnici e amministratori si auspicava una “particolare sensibilità”, per la tutela e valorizzazione di un bene storico e architettonico come i Basiliani, (e sembrava che ci fosse la disponibilità in tal senso) a interrompere il manto stradale, in asfalto, in prossimità della piazza antistante il complesso monastico  e a trattare la sede stradale adiacente uniformandola con una pavimentazione appropriata che includesse l’intera piazza con il sagrato della Chiesa e l’area antistante dei Basiliani da riqualificare. Ma non è andata proprio così. Dalla stampa abbiamo appreso che l’Amministrazione si è riservata di pavimentare in maniera consona lo spiazzo nel momento in cui si procederà al restauro degli edifici.  Ne prendiamo atto e vigileremo a che ciò avvenga.

Sarebbe auspicabile, adesso, che il tratto stradale, che attraversa il complesso monastico, sia percorso dal traffico veicolare con velocità limitata e delimitata da dissuasori, integrati alla nuova pavimentazione, che ben individuano lo spazio pedonale da quello carrabile. Oltre ad un servizio di videosorveglianza. 

Ben venga dunque la riqualificazione dell’area, la strada nasce con questo intento, ma è fondamentale intervenire sugli edifici dei Basiliani, in completo stato di abbandono e di degrado, attivando tutti i canali di finanziamento possibili. E’ necessario mettere urgentemente in sicurezza il campanile e i resti crollati nel mese di gennaio del 2017, attualmente abbandonati per terra senza alcuna protezione e alla mercé di tutti.»

Ultima modifica il Domenica, 01 Luglio 2018 07:17
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30