Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

2° premio, per la sezione poesia in Dialetto ad ARTEINCENTRO 2016

 conferito alla poesia

“A VECCHIAREDDA DU SALI”

a Teresa Vadalà Fierro di Messina

con la seguente motivazione

 

Ammirevole per aver saputo recuperare,

nei modi suadenti del poemetto elegiaco,

figure e locuzioni del mondo popolare siciliano, altrimenti perdute.

-----

E' nata e vive a Messina. Conseguita la Laurea in Materie Letterarie, ha acquisito l’Idoneità per l’Insegnamento di Lettere nei Licei e negli Istituti Magistrali e poi negli Istituti Tecnici. Ha successivamente vinto a Roma il Concorso Nazionale a Cattedre per l’insegnamento di Lettere nella Scuola Media e da allora ha insegnato Lettere nella Scuola Media per 41 anni, fino al collocamento in quiescenza nel 2012.

Sin dall’adolescenza Teresa Vadalà Fierro si è dedicata alla poesia scrivendo versi in lingua e talvolta anche in vernacolo. Le sue liriche, che a detta di diversi critici, sono molto intense e ricche di musicalità, affrontano tematiche profonde e denunciano ora i più gravi problemi che affliggono la nostra società quali la droga, l’aborto, la violenza; ora invece ripercorrono struggenti ricordi d’infanzia, nei quali trovano posto le persone care, i luoghi, i profumi, i suoni di un tempo passato che non tornerà più; o ancora mettono in evidenza il suo amore per la natura, il suo stupore davanti all’Universo, la sua profonda fede religiosa che la sostiene e la guida nel cammino della vita. Sono sempre versi comunque dai quali traspare il suo animo ricco di sentimenti profondi, ma anche la sua visione pessimistica della vita, non priva però di una certa luce.

Teresa Vadalà è anche autrice di testi teatrali, in lingua e in vernacolo, molti dei quali sono stati rappresentati nelle scuole, in teatri e in parrocchie.

Si sono occupati della poesia di Teresa Vadalà Fierro autorevoli critici quali: Alfonso Saya, Gianni Ianuale, Salvatore Bassotto, Stefano Ruopoli, Biagio Di Meglio, Enza Conti, Maria Antonietta Mòsele, Luigi Ruggeri, Rosa Spinella, Maria Vadalà, Antonio Giannino ecc.

Molte delle sue liriche sono pubblicate su importanti Riviste Letterarie quali:

Peloro 2000, Il Convivio, Noialtri, Pomezia Notizie, Ermes, ecc.

E ancora inserite in Antologie e Rassegne Letterarie fra le quali:

-Pennellate di emozioni edita dalla MAGI (Patti- Me)

-Antologia AA.VV. Scuola Poetica di struttura Nuova sezione Sicilia “Una Poesia per l’Abruzzo” luglio 2009.

- Rassegne Antologiche di Autori Contemporanei: “Foglie di Cuore” (2007); “Foglie d’Amore” (2008); “Foglie di vita” (2008); “Foglie di felicità” (2008), “Gocce di primavera” (2009) edite dalla LER.

-Rassegne Antologiche: “I poeti dell’aurora”e “I Poeti delle Muse” (2009) Rav. In. Progress Editrice a cura di Gianni Ianuale.

Raccolta Antologica “Le stagioni del cuore” International Vesuvian Academy a cura di Gianni Ianuale - maggio 2010.

-Rassegna di Arte e cultura “Il potere dell’anima”(2010)International Vesuvian Academy a cura di Gianni Ianuale - Marigliano - Napoli.

-Rassegna Antologica “Nel silenzio delle anime” (2011) International Vesuvian Academy a cura di Gianni Ianuale - Marigliano - Napoli.

-Antologia di Poeti Contemporanei - forme e tendenze del XXI secolo a cura di Giuseppe e Angelo Manitta - Editrice Il Convivio - aprile 2014 con alcune sue liriche pubblicate alle pagg. 545-550.

Pubblicazioni:

-Ha pubblicato nel maggio 2008 la sua prima silloge di poesie: “Sulle onde della vita” a cura di Gianni Ianuale, edita dalla LER di Napoli ISBN 978-88-8264-480-8

-Ha pubblicato nel dicembre 2010 Una Sacra Rappresentazione in dialetto messinese, in endecasillabi a rima baciata dal titolo “‘A nascita ‘i Gesù’” casa Editrice SGB di Messina ISBN 978-88-96116-40-1,

-Ha pubblicato la nuova Silloge di Poesie “Nei sentieri dell’anima” Casa editrice Il Convivio a cura di Enza Conti ISBN 978-88-95503-49-3-

- è inserita nella Prima e nella Seconda Edizione del “Dizionario biobibliografico degli Autori Siciliani - tra Ottocento e Novecento” a cura dell’Accademia Internazionale il Convivio e diretto da Angelo e Giuseppe Manitta rispettivamente alle pagg. 457 - 458 e pagg. 959-960

- è Socio Benemerito della International Vesuvian Academy - Centro Ufficiale di Ricerca, Studi Umanistici e Sostegno Artistico e Poetico.

- è Socio Accademico, per meriti Artistici, dell’Accademia Internazionale “Il Convivio”.

- è stato Membro di Giuria dal 2010 al 2016, dalla seconda alla ottava edizione del Concorso di poesia “Maria Madre del Buon Cammino” indetto dalla Parrocchia Sacro Cuore di Gesù in S. Venera - Trappitello - Taormina.

Teresa Vadalà è felicemente sposata con Ugo Fierro, che la segue e sostiene nella sua attività e ha un figlio Christian laureato presso la Facoltà di Fisica dell’Università di Messina e iscritto presso l’Università di Pisa per il conseguimento della laurea magistrale in Fisica Medica.

Partecipa a importanti Concorsi di Poesia Nazionali e Internazionali e le sue liriche frequentemente riscuotono consensi dalle Giurie e dalla Critica, ottenendo Premi, Segnalazioni, Menzioni.

Qui di seguito alcuni Concorsinei quali si è distinta per l’attribuzione di premi di rilievo:

- 3^ classificata con la poesia “Bambino non nato” III Edizione "Concorso Nazionale di poesia Al Qantara-Alcantara" (sez.lingua ital.) Taormina - sett. 2002 .

- 1^ classificata sez. “Poesia” con la lirica in vernacolo “A Patri Celona” “Concorso Artistico” 50° Anniv. Padre Celona - Messina 15/10/2002 (Tempio di S. Orsola).

- 1^ classificata con la poesia “A Nico, giovane d'oggi” IV Ediz. “Concorso Nazionale di poesia Al Qantara-Alcantara” (sez.lingua ital.) Taormina - sett. 2003.

- 2^ classificata con la poesia “Ti ho cercato” V Ediz. del “Concorso Nazionale di poesia Al Qantara-Alcantara” ( sez.lingua ital.) Taormina - sett. 2004.

- Premio della Giuria nella sez. “C” Poesia in lingua italiana a tema libero, con la poesia “E fu l’uomo” XXVI Ediz. Concorso Nazionale di poesia “Madonna di Montalto” – Messina, maggio 2005.

- Premio speciale del Santuario XXVII Ediz. Concorso Nazionale di poesia Madonna di Montalto 2006 - Messina, 22 ott. 2006 con la poesia “Con te”.

- 2^ classificata alla XV Ediz. Concorso Nazionale di poesia “Giordano Bruno” Messina, dic. 2006 con la poesia “Scogli”.

- 2^ classificata alla XXIV Ediz. “Premio Nazionale Poesia di Natale” con la poesia “Natali” in vernacolo siciliano ( Messina dic. 2006).

- Gran Premio Speciale poesia della luce” XVIII Ediz. Premio Nazionale di poesia “Rosario Piccolo” - Patti - anno 2007 con la poesia “Cristo”.

- “Premio Speciale” a Montagnareale - Patti (ME) con l’Ass. B. Joppolo alla Manifestazione Culturale in memoria di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII” con lepoesieRicordo di Giovanni Paolo II” e “Papa del nostro tempo” 22/4/2007.

- Premio Speciale della Giuria al Premio Europeo Tindari Terzomillennio - Concorso “Gaetano Salvemini”con la poesia “ProfessoreMessina, 21 /10/2007

- 1^ classificata alla XVIII Ediz. Premio Naz. di Poesia “Rosario Piccolo” - Patti- anno 2007 sez. Sacra – Religiosa con la Poesia “Cristo”.

- Premio della Critica alla III Ediz. del Premio “Magnolia” Roma 19/01/2008 con la poesia “Gabbiani” ottenendo la medaglia e la recensione del critico Salvatore Bassotto.

- Premio della Presidenza IX Ediz. Premio “Ischia Isola dei Sogni” Oscar della Cultura Italiana - Accademia Universale “Giosuè Carducci” Ischia - Napoli - sez. A - Poesia a tema libero - Biennio Accademico 2007/2008 con la silloge: “Bambini, Barbone, Crocifisso” (26/04/2008).

- 1^ classificata alla XIII Ediz. Concorso Nazionale di Poesia S. Maria di Porto Salvo 2008 con la poesia “Sulle rive del Kinnèret”.

- 3^ classificata al Premio Internazionale Poesia Religiosa S. Ambrogio 2008 Terza Ediz. (su S. Francesco) Accademia Intern. Vesuviana di Napoli con la lirica: “Dalla bisaccia del cuore”.

- 2^ classificata al Premio Europeo Tindari Terzo Millennio Ed. 2008: Premio di Poesia Gaetano Salvemini con la lirica: “Carezza di creato”.

- 2^ classificata alla 19 ^ Ediz. Premio Nazionale di Poesia Rosario Piccolo Sez. Sacra - Religiosa (Montagnareale nov. 2008) con la lirica “Sul Golgota”.

- Segnalazione di Merito “Premio Fra’ Urbano della Motta 2008” - Sez. 1 - Poesia Italiana con la lirica: “Sarà ancora Natale” (Motta Camastra, 4/01/2009)

- 3^ classificata Conc. Naz. di Poesia “Ugo Foscolo” IV Ediz. 2009 - Accademia Naz. Ruggero II – Palermo 28 febbr. 2009 con la lirica “Le strade della vita”.

- 3^ classificata Conc. di poesia Assoc. Cult. Niccolò IommelliCittà di Aversa.

- 3^ classificata Concorso Nazionale di Poesia “Sotto l’egida dell’amore” II Ediz. Messina, 23 ott. 2009 con la lirica “E non finì novembre…”

- Premio speciale Giuria Concorso “Poesia d’amore - Le ragioni del cuore” Assoc. Atelier delle Culture – Calatabiano (Ct) 14/02/2010 con la lettera “A Ugo, mio marito”.

- 1^ classifcata alla XII Ediz. Concorso Emozioni in armonia maggio 2010 in abbinamento con la pittrice G. Pisagatti con la poesia “Clochard dal cuore blu”.                                                          

- 3^ classificata Concorso Nazionale di Poesia XXV Ediz. Premio Internaz. Colapesce sez. Lingua (Me,12 nov. 2010) con la lirica “Oltre la Croce”.

- 2^ classificata Concorso Internazionale di Poesia “Le Due Sicilie” con la poesia in vernacolo “Pascalinu ‘u gilataru” Palermo, 26/03/2011.

- 1^ classificata XIII Ediz. Concorso di Poesia e Pittura “Emozioni in Armonia” - Messina, 3 aprile 2011, in abbinamento con l’Artista Lidia Simone con la lirica “Eterna sfida”.

- 1° Premio assoluto XIII Ediz. Premio Regionale di Poesia “Nino Ferraù” - Sez. seniores - Messina, 31 maggio 2011 - con la lirica “Pennellate di luce”.

- Premio della critica alla III Ediz. Premio di Poesia “Sebastiano Mafodda” Sez. A luglio 2011 con la lirica “Palpitare di stelle”.

- 2^ classificata al Premio “poesia, prosa e arti figurative” - Premio Teatrale “Angelo Musco”- Il Convivio 23/10/2011 nella sezione “Teatro edito” con l’opera “‘A nascita ‘i Gesù” in vernacolo siciliano.

- 1^ classificata alla IV Ediz. Premio nazionale di Poesia “Sotto l’egida dell’amore” 23/10/2011 con la lirica “Profumo di lavanda”.

- 2^ classificata al 13° Premio di poesia “Elios” 04/02/2012 con la lirica “Onde inquiete”.

- 1^ classificata alla “6^ Ediz. Concorso Artistico ARTEINCENTRO 2012 Sez. poesia in vernacolo con la lirica “Don Sarinu ‘u lattaru” - Messina 06/10/2012.

- 1^ classificata alla 1^ Ediz. Manifestazione d’Arte figurativa e Letteraria “Insieme per l’Arte” “Sensazioni, suoni e colori dell’Arte Mediterranea” Messina, 13/10/2012 con la lirica “Terra mia”.

- Premio “Il Convivio 2012” sez. Libro Edito per l’Opera dal titolo “Nei sentieri dell’anima” Ediz. Il Convivio 2011 ISBN 978-88-05503-49-3 - Giardini Naxos 28/10/2012.

- 1^classificataal Concorso provinciale di Poesia, Racconto breve, Arte figurativa, Disegno “Artisti per Nassirya” - Seconda Ediz. 2012 - organizzato dall’ANC sezione di Messina nel Comune di S. Agata di Militello con la poesia “Nuova Primavera” 17-11-2012.

- 2^ classificata al Concorso Provinciale di Poesia “Artisti per Nassirya 2013” S. Agata di Militello 17 novembre 2013 con la lirica “Semplicemente eroe” dedicata a Salvo D’Acquisto.

- 1^ classificata alla Manifestazione d’Arte Figurativa e Letteraria II Ediz. “Insieme per l’arte 2014” sul tema: Il fascino dello Stretto di Messina con la lirica “Magico Prodigio” Messina, 16-02-2014.

- 3^ classificata al Concorso di poesia “Pensieri in versi 2014” Sez. 1: Poesia inedita in lingua italiana del Convivio - Verzella 22/06/2014 con la lirica “Sapore di sale”.

- 2^ classificata alla IV Ediz. Concorso nazionale di Poesia “Città di S. Antonio Abate” Barcellona P.G. 02/08/2014 sez. D Poesia religiosa a tema “La carità non avrà mai fine” con la lirica “Lungo la strada”.

- Menzione d’onore al Premio di poesia “Il Convivio” 2014 per la sezione “Libro edito di poesia” con la silloge “Sulle onde della vita”- Giardini Naxosottobre2014.

- 1^ classificata al Concorso di poesia “Artisti per Nassirya” - 2014 - Sezione “A” Poesia inedita in lingua italiana con la lirica “Cuore di Carabiniere” ANC S. Agata di Militello - (ME) - 30 nov. 2014.

- Finalista al Primo Premio Letterario “Pietro Carrera” di Giuseppe Manitta de Il Convivio - Verzella (Catania) con la silloge “Lungo la strada” - Catania, 26 maggio 2015.

- Premio Speciale per la tematica al Premio di Poesia, Prosa e Arti figurative “Il Convivio” 2015 per la poesia inedita “Oltre i cancelli del cuore” - Giardini Naxos, 25 ottobre 2015.

- 2^ classificata alla XX Ediz. del Premio di Poesia “Colapesce 2015” Sez. A italiano con la lirica “E guardai nel profondo” - Messina, 12 novembre 2015.

- 1^ classificata al Concorso provinciale di poesia “Artisti per Nassirya” - 2015 - Sezione “A” Poesia inedita in lingua italiana con la lirica “Quella notte sul Podgora” ANC S. Agata di Militello - Messina - 29 nov. 2015.

Recensioni:

Enza Conti - Dalla Recensione pubblicata sull’Antologia di Poeti Contemporanei-Il Convivio 2014.

I versi di Teresa Vadalà presentano una vena intimistica e descrittiva del mondo che la circonda. La Poetessa si emoziona alla vista della bellezza della natura, la cui magnificenza esplode attraverso il linguaggio dei colori,... dei suoni, dei profumi.... Il mare poi, elemento naturale e simbolo di infinito, ha una valenza importante nella poesia della Vadalà infatti come le onde del mare seguono la corrente ora forte ora calma, così i suoi versi seguono le vicende personali nel rapporto serenità-ansia, manifestando nei versi un iter personale, sintesi di un’introspezione che si affida a un dialogo intimo. ...

Stefano Ruopoli - Dall’Introduzione alla Silloge” Sulle onde della vita”

Il suo mondo poetico proietta un linguaggio moderno in tutte le tematiche trattate con la purezza di un cuore che sente la necessità di spaziare lungo l’arco della sua vita dimostrando di eccellere soprattutto in alcune fasi delle sue stagioni....

Biagio Di Meglio - Dalla Prefazione alla silloge “Sulle onde della vita”.

Le poesie di Teresa Vadalà Fierro descrivono limpidamente il suo caloroso e piccolo mondo interiore con un linguaggio semplice e moderno. Non è difficile interpretare i vari temi trattati dalla poetessa siciliana, in quanto richiama gli affetti a lei più cari in una notevole atmosfera idilliaca.... Il lirismo ermetico della Teresa Vadalà Fierro si avvicina ... a quei memora­bili temi affettivi trattati con meticolosa cura da Ungaretti, Quasimodo e Montale.

Salvatore Bassotto - Dalla Recensione alla lirica “Gabbiani” Premio della critica III Ediz. Premio Nazionale Magnolia Roma 2007.

Riesce a descrivere tutti gli elementi tipici della poetica contemporanea, in accordo mediato dal significato letterario, con la tradizione classica Italiana. Se ne determinano diverse e poliedriche sfaccettature, di un unico contesto descrittivo, accogliendo la solitudine ed il silenzio, quali elementi armonici di congiunzione di tutto il significato della poesia,per lasciare, senza ostacoli di chiusura finale, librare la parola nel volo pindarico dell’arte del descriversi”. Roma 19.01.2008

Alfonso Saya - Dalla Recensione pubblicata sulla Rivista “Peloro 2000” marzo/aprile 2007

La sua poesia è libera da orpelli, da preconcetti di stile, di moda e di correnti. è come polla d’acqua pura che scaturisce dalla sua anima con una immediatezza meravigliosa. Appunto, per questo suo carattere, coinvolge, affascina e tocca il cuore.... versi bellissimi, in cui la poetessa sente la cocente nostalgia dell’infanzia... e che inneggiano alla poesia vera.

...è dotata la poetessa di potenza descrittiva, di un solido possesso dell’arte dello scrivere. Sentiamo... l’onda degli affetti, delle rimembranze, la struggente nostalgia, il rimpianto, la malinconia... Il tema, insomma, della rievocazione nostalgica che ricorre, spesso, nelle liriche della nostra poetessa, che commuove e tocca le più intime fibre dell’anima.

Gianni Ianuale - Dalla Presentazione della Manifestazione “I valori creativi uniscono il mondo”.Indagare sui valori interiori di Teresa Vadalà Fierro è come scavare nella memoria e addentrarsi nel tempio delle sue emozioni dove palpiti e ricordi esaltano il suo animo fino a raggiungere l’apice dello spirito e far sì che le parole diventino poesia!....

Nella versificazione strutturata di Teresa Vadalà Fierro si rispecchiano i temi di uno status vivendi che si disseta con linfa interiore.... e le parole della poetessa, come i pensieri e le metafore, ci fanno entrare nel mistero della vita e ci inducono a riflettere... Un lirismo intimo, nutrito di valori, che involontariamente pone nel diario delle intimità, indelebili testimonianze di vita...

Luigi Ruggeri- Dalla Recensione sull’Antologia “Pennellate di emozioni”.

.... La poesia di Teresa Vadalà si erge al di sopra di tutto, rivendicando un’intima sottile ma forte apertura alla speranza, alla riflessione del dire e del vivere, proclamate attraverso un grido di libertà..... La ricerca di Teresa Vadalà si svolge nel tempo ma soprattut­to nell’ attimo presente, nell’istante in cui Ella si pone di fron­te alla maestosa bellezza del Creato..... Appare così evidente come le sue emozioni e i suoi sen­timenti.... provengano dai più reconditi anfratti della sua anima ed emergano alla luce di una coscienza vigile e sensibile a cogliere la forza dell’amore di Dio .

Maria Vadalà - Dalla Presentazione della Silloge“Sulle onde della vita”.

....Assistiamo al colloquio di un’anima con se stessa mentre osserva il mondo che la circonda: nei suoi versi non c’è mai un momento di gioia piena, al contrario essi sono pervasi da un profondo rammarico. Un sentimento che scaturisce dalla consapevolezza della finitezza dell’essere costretto, a vivere in una realtà tormentata dall’egoismo degli uomini e sovrastata dalla caducità di tutte le cose terrene..... Le molteplici tematiche su cui spazia si presentano al lettore come un arazzo intessuto con arabeschi ricchi di sfumature iridate. L’autrice ci invita a riflettere su tante tristezze che soffocano la nostra esistenza: l’aborto, la droga, la povertà,la senilità, l’indifferenza, i disagi dei giovani..., appaiono come istantanee di vita che scorrono davanti agli occhi e, come possenti folgori, squarciano il nostro cuore, una denuncia voluta per scuotere le coscienze silenti;...

Rocco Tano -Dalla Recensione alla Silloge “Sulle onde della vita” - Rivista Noialtri.

.... Lo stile dell’autrice Teresa Vadalà è libero e immediato nel significato; sono poesie le sue che sanno di diario, di annotazioni scritte ogni qualvolta un particolare fa scaturire nella sua mente la riflessione. C’è tanta nostalgia per il tempo andato, periodo che racchiude l’età dell’infanzia, dell’ingenuità, quando si era gioiosi del poco che si aveva. Ma quello che più tiene ad evidenziare l’autrice, è la voglia di stare assieme, soprattutto in famiglia, là dove vigeva un’atmosfera “calda e intima d’affetti”. E da qui scaturisce il confronto, un po’ crudo, con i tempi odierni, tempi tecnologici che generano egoismo e isolamento. ....

Emilia Cavallaro - Dalla Prefazione alla Sacra rappresentazione ‘A nascita ‘i Gesù’.

....Opera antica e moderna insieme, convivono in essa una serie di elementi che la inseriscono con perfetta coerenza nell’al­veolo della tradizione italiana. Risulta evidente l’aderenza al genere della Sacra rappresentazione tanto nella forma, che ne rispecchia lo schema tipico e la struttura dialogica già della lauda drammatica di Jacopone da Todi, quanto nei contenuti i quali, insistendo sulle tematiche della solidarietà e della pace, rappresentano la risposta odierna a quella funzione cateche­tica di annuncio già tipica dei Sacri Misteri medievali. ......

La scelta del vernacolo,... risulta molto attuale se rapportata alle moderne polemiche di matrice politica e sociale.....Un dialetto, quello della Vadalà Fierro,... che torna a parlare al pubblico con intento edificante, memore dell’importanza dell’antenato volgare degli Oratori secenteschi.

Il testo, reso pregevole per la capacità di mescolanza tra termini di varia natura, è frutto di un grande lavoro di accostamenti tra forme già dialettali ed altre dialettizzate per l’occasione, poste in risalto da accostamenti rimari arditi anche con espressioni cristallizzate di provenienza variegata, un esempio tra tutti, la rima maternu-ab aeternu.

L’endecasillabo a rima baciata, con la sua cadenza regolare, conferisce ai versi una discreta musicalità e conferisce alla poesia una nobilitazione perfettamente in linea con i più moderni esperimenti poetici della letteratura contemporanea.

A livello contenutistico, l’opera è ulteriormente arricchita dalla perizia quasi erudita nel riportare atmosfere e immagini tratte da letture inusitate, come i difficili Vangeli Apocrifi e la controversa Opera della Valtorta: un tesaurismo della fonte senz’altro frutto della ricerca di un’appassionata, che guida il lettore in un percorso quasi catartico attraverso le Sacre Scritture, alla scoperta di un mondo di evocazioni sempre nuove ....

Sabato Laudato - Dalla Recensione alla Sacra Rappresentazioni, Convivio - - Giugno 2011.

Questo impegnativo lavoro di Teresa Vadala Fierro è un’originale rappresentazione teatrale in dialetto messinese, dedicata alla nascita di Gesù. Il lavoro è composto da 10 scene racchiuse in un suggestivo e singolare formato editoriale di 51 pagine....

Tutta la narrazione è in versi poetici dialettali messinesi, in endecasillabi e a rima baciata, dove si narra con passionalità,... della nascita di Nostro Signore Gesù, il tutto sapientemente narrato e rappresentato dall’estro veramente straordinario della nostra Autrice....

Teresa Vadala Fierro non si ferma solo ed esclusivamente alla rappresentazione in sé e per sé, ma va oltre ogni canone rappresentativo, in quanto si fa portavoce di sentimenti e di momenti unici nella storia dell’uomo....

Enza Conti - Dalla Presentazione alla Silloge “Nei sentieri dell’anima” Casa ed. Il Convivio.

.... Il linguaggio poetico della Vadalà ha come elemento fondamentale la parola nel suo più alto valore semantico, che mira a far percepire nel verso una misura musicale, ritmica e cromatica. Infatti nelle sue liriche appare evidente l’unione tra legame morfologico ed elaborazione personale, elementi che si completano per far luce sui moti dell’animo. Leggendo la silloge si scopre un carisma personale che emerge dall’utilizzo di un linguaggio dagli ampi risvolti lessicali e dai significati polivalenti, attraverso parole chiave come luce, colori, mare, ali, volo, croce, indifferenza e infinito, che vengono incastonate in un modello poetico che si fa cantore di una lirica profondamente umana..... L’amore, nella raccolta, è il sentimento primario. Esso può essere definito quale essenzialità universale che tutto muove, trasforma e arricchisce.... Nei Sentieri dell’anima si sente un intimismo che ha come fondamento tre nuclei: la famiglia, la fede e la speranza, guidati dalla luce della sapienza, che affonda le radici nel suo essere cristiano.... Le poesie della Vadalà vanno oltre il visibile, vivono di sentimento puro, uno status lirico che diviene “diario di un animo sensibile”.

Maria Vadalà - Dalla Prefazione alla silloge “Nei sentieri dell’anima”.

.... Nel fluire caldo e armonico dei versi,... si coglie il tentativo dell’artista di conquistare la libertà interiore.... Nelle liriche si evolvono le varie tematiche che spaziano dal personale al sociale. I versi allora si accendono, le parole assumono dei toni drammatici, la tensione prodotta da un effetto ritmico martellante crea una climax ascendente, simile al crescendo musicale, che si impone al lettore.... Nella silloge l’elemento naturalistico prorompe con tutta la sua freschezza ed un piacevole brivido raggiunge il cuore.... Per le sue origini mediterranee l’autrice porta impressa nel cuore l’immagine del mare, elemento caratterizzante nella poetica del paesaggio, che trionfa in tutta la sua molteplicità di aspetti, come dimensione fisica e spirituale:... Si realizza anche una “teoria del suono” con una serie di suggestioni uditive: lo stormire del vento, la voce delle campane, il sussurro delle onde, voci di bimbi,.... La sensibilità dell’autrice pervade tutto il suo essere e potremmo elaborare anche “una teoria olfattiva” ... il profumo fresco di lavanda… “…il dolce, inconfondibile profumo di mamma…” e l’acre profumo della salsedine....

...Così il ricordo diventa un punto cardine del suo sentimento poetico, per rivivere, sulle ali dorate della memoria, i momenti più teneri di un tempo felice e spensierato... ma, come nubi nere all’orizzonte, campeggiano anche i tristi ricordi che attanagliano l’animo con “un’angoscia senza conforto” dove la perdita delle persone care lascia un dolore imperituro.... Il gelido vento del dolore diventa allora una chiave di volta per denunciare le piaghe delle problematiche sociali:.. la violenza, l’aborto, la droga..... I versi allora diventano duri e sferzanti, acquistano una penetrante forza espressiva,.... Dalle maglie roride di sangue di questa tragedia umana però l’animo sente viva l’esigenza di spaziare poi nell’Infinito e prende vita la poesia dell’estasi:... Così dalle rarefatte atmosfere eteree è breve il cammino per contemplare il divino.... Una profonda fede sostiene e vivifica l’esistenza della poetessa.... e l’immagine del Cristo crocifisso, specchio dell’umanità dolente, si staglia netta e superba nei suoi versi come la luce della speranza che squarcia le tenebre di un mondo nuovo che dovrà risplendere....

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30