Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: le prossime iniziative della Pro Loco Manganaro illustrate dalla presidente Flaviana Gullì

- di M. C. -

Martedì 19 dicembre, nella sede della Pro Loco “Alessandro Manganaro”, la presidente del sodalizio, Flaviana Gullì, ha illustrato alla stampa il programma delle attività previste per il primo semestre del prossimo anno.

Gli eventi si propongono come obiettivo non solo quello di valorizzare le tradizioni artistiche e culturali della città del Longano, ma anche di ricordare alcuni personaggi ed eventi che hanno segnato la storia di Barcellona di Pozzo.

La Pro Loco in autunno ha promosso una mostra e due convegni in onore di Nino Pino Balotta, in collaborazione con la Città Metropolitana di Messina ed alcune associazioni culturali del territorio, ed ha organizzato un primo convegno intitolato “SOS Garibaldi” sulla salvaguardia e sul recupero della via Garibaldi. Per il 2018, nel periodo compreso tra gennaio a giugno, sono programmati otto eventi, che affronteranno diverse tematiche.

Si inizierà il 14 gennaio 2018 con un convegno che si terrà nella sala auditorium dell’ex Monte di Pietà sul tema della nascita della pittura barcellonese, ricordando le figure di Antonino Vescosi, Giuseppe Russo e Gaetano Bonsignore, attivi tra il Settecento e l’Ottocento, riconosciuti dagli storici come i primi pittori nati nella città del Longano. I relatori saranno il componente del direttivo della Pro Loco, Andrea Italiano, la funzionaria della Sovrintendenza Beni Culturali di Messina, Valeria Bottari, e l’architetto Marcello Crinò.

Il 28 gennaio la Pro Loco Manganaro sarà partner della casa editrice Giambra Editori nell’evento “C’era una volta il matrimonio”, organizzato presso l’auditorium San Vito, per ricordare le tradizioni dell’antico matrimonio siciliano.

A febbraio, in una data ancora da definire, è in programma un convegno sull’artista Antonio Aliberti, nato a Barcellona Pozzo di Gotto nel 1938 nel quartiere Marsalini ed emigrato in Argentina nel 1951. Nel corso degli anni l’artista ha ottenuto numerosi riconoscimenti per la sua dedizione alla ricerca e alla diffusione della cultura d’Italia e di Argentina. Tra gli altri, nel 2000 è stato insignito a Sanremo in Italia del Premio “Montale”.

A marzo si rinnova, invece, il consueto appuntamento con la Pasqua e con le tradizioni popolari del territorio, che saranno ricordate con un convegno i cui dettagli saranno forniti successivamente, mentre ad aprile sarà riproposto il progetto a sostegno della rinascita della via Garibaldi. E’ in programma un nuovo convegno, che questa volta coinvolgerà anche le istituzioni, con le relazioni degli amministratori locali e dei rappresentanti del Genio Civile.

L’11 aprile, raccogliendo l’invito dei familiari, sarà commemorato l’agente della polizia penitenziaria Lorenzo Cutugno, vittima del terrorismo, a 40 anni dalla sua morte, avvenuta per mano della Brigate Rosse a Torino, davanti alla sua abitazione. A lui ed al suo collega Giuseppe Lorusso nel 2003 è stata intitolata la Casa Circondariale “Le Vallette” di Torino ed in suo onore a Barcellona Pozzo di Gotto è stata intitolata Via Medaglia d'Oro Lorenzo Cutugno, la prima traversa della via Papa Giovanni XXIII che si conclude all’incrocio con la via Matteotti, in cui è stata collocata nell’aprile del 2008 una targa proprio della Pro Loco Manganaro.

DSCF7740

A maggio sarà organizzata un’iniziativa per ricordare i reduci barcellonesi della “Grande Guerra” a 103 anni dall’entrata dell’Italia nel conflitto ed ad un secolo dalla battaglia di Vittorio Veneto, con riferimento tra l’altro alle figure di Turillo Sindoni e Nannino Di Giovanni.

L’evento più impegnativo per questa prima parte del 2018 sarà l’iniziativa programma a giugno con la rievocare dell’autonomia di Pozzo di Gotto da Milazzo avvenuta nel 1639, attraverso un corteo storico culminante con un breve atto teatrale. Il progetto, per il quale la Pro Loco Manganaro chiederà il sostegno ed il supporto dell’Amministrazione Comunale, prevede un corteo di personaggi dell’epoca (1639) dalla chiesa di San Vito al piazzale della chiesa di Santa Maria Assunta, dove si terrà l’atto teatrale nel quale si esplica la concessione dell’autonomia di Pozzo di Gotto da Milazzo.

Sono questi gli eventi principali che la Pro Loco Manganaro intende realizzare nella prima parte del nuovo anno, confermando la disponibilità a condividere con le altre associazioni attive sul territorio tutte quelle iniziative che puntano a valorizzare il potenziale turistico e culturale della nostra città del Longano. Sarà un modo per attuare uno degli obiettivi del protocollo d’intesa sottoscritto nei mesi scorsi con le altre associazioni della città, che ha sancito la nascita del network culturale di Barcellona Pozzo di Gotto, di cui la Pro Loco Manganaro è parte attiva, con due componenti eletti nel suo direttivo.

Il programma della Pro Loco Manganaro è stato condiviso dalla presidente Flaviana Gullì con il consiglio direttivo composto dal vicepresidente Salvo Scilipoti, dal segretario Gaetano Mercadante, dal tesoriere Saverio Donato e dai consiglieri Andrea Italiano, Giuseppe Giunta, Felice Mancuso, Pierangelo Giambra e Leticia Baldo.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30