Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Foto da Internet Foto da Internet

La reggina Marina Ripa di Meana muore Lasciando un ricordo splendido della sua originalità e della voglia di vivere

 

- di MARIA TERESA PRESTIGIACOMO -

Roma. Scompare Marina Ripa di Meana, scompare una memoria storica di un' epopea di charme e chic di Via Veneto e Montenapoleone, lasciando un vuoto incolmabile, in particolare a Roma, ma anche  tra tutti noi,  per la sua personalita', per le sue mises  straordinarie, per  originalità e per quella follia che Einstein definiva decisamente creativa. Una vita fortunata anche se, forse un po' ''spericolata'', in senso positivo,  non meno  spericolata di tante altre. Per Marina, la sua forza era l originalità, espressa attraverso i suoi cappelli; lei  parlava attraverso i copricapi, pezzi unici,  della sua voglia di essere al centro dell' attenzione,  con la sua personalità....tant ' è  vero che le dedicarono qualche anno fa , in una Galleria romana, una mostra di cappelli, i suoi estrosi cappellini, con velette e con spirali, con fiocchi, con alzatine ...autentiche sculture da modiste  del terzo millennio futuriste. I suoi carlini,  in passeggino a Piazza di Spagna,  erano conosciutissimi e riveriti. Non aveva mai voluto  essere  seconda a nessuno, Marina, era sempre la più notata la più corteggiata delle feste , nonostante l età  avanzata; nonostante la malattia, ha offerto prova di forza, di coraggio, di energia, di voglia di vivere...sino all' ultimo. Recuperiamo questo suo aspetto della sua personalità; se in tanti l 'han criticata  per il suo essere estrosa  all' ennesima potenza, in perfetto stile Dali', occorre pensare al suo stato di salute che mai l ' ha arresa al vivere la vita, con entusiasmo e con passione. La intervistai  in occasione della mostra dei suoi cappelli, a Roma. Era in palestra.Mi rilasciò un'intervista dal tapis roulant che la manteneva in perfetta linea. Era splendida, sicura, radiosa. Adesso, era felice di diventare bisnonna,  era felice di avere presentato i suoi libri....Avevo tentato di farle presentare i suoi libri a Taormina, ma occorreva un giusto numero di libri acquistati in anticipo, per cui non se ne fece nulla. Mi spiace. 

Marina, resta con noi il ricordo di un personaggio come la Marzotto, un personaggio che ha siglato la fine di un millennio con l 'estrosita  e l' aplomb e l' eleganza, al pari delle dive di un tempo di  Holliwood, ormai scomparse.

Le radici di Marina Elide Puntorieri ce le illustra con una ricerca,  l' arch.Natale Cutrupi : ''Marina era nata  Reggio Calabria il 21 ottobre 1941 sposata prima con Alessandro Lante  della Rovere e poi con Ripa di Meana.
Si è spenta dopo aver combattuto per alcuni lustri una grave grave.
Rriggitana Marina R. I. P.'' All' amica, concittadina dello Stretto, porgiamo il nostro ultimo e caloroso saluto, commossi.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Dicembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31