Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

STRAORDINARIO SUCCESSO DEL “QUINTETTO CLASSICO” ALLA CHIESA DEI CATALANI DI MESSINA

- di Giuseppe Messina -

   I violini, Giuseppe Fabio Lisanti e Gabriella Anastasi; la viola, Rosanna Pianotti; il violoncello, Maurizio Salemi e la chitarra, Alessandro Monteleone, formano il rinomato “Quintello Classico” che nella serata di domenica 6 maggio scorso si è esibito nella bella chiesa medievale di M. SS. Dei Catalani a Messina.

   Un meraviglioso concerto, che ha rapito ed entusiasmato il vasto pubblico presente, sponsorizzato dall’Arcidiocesi di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela, dalla Basilica Cattedrale di Messina, dall’Associazione “Ars Nova”, dalla “Nobile Arciconfraternita SS. Annunziata dei Catalani”, dalla Regione Sicilia, dalla Soprintendenza ai Beni Culturali, dalla Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo e dal Comune di Messina”.

IMG 9502

   Le musiche eseguite magistralmente, tutte di autori del ‘900, sono: “Quintetto n° 1”, in cinque tempi (Lento – Modulato – Più lento – Allegro – Andante religioso) di Carmine Daniele Lisanti; “Nubia”, in quattro tempi (Lento – Moderato – andante - Allegro) di Giuseppe Mafali; “Adagio” dal “Concierto de Aranjuez” di Joaquin Rodrigo (Arrangiamento di Giovanni Puliafito e Maurizio Salemi).

   In conclusione è stato eseguito “Quintetto n° 1” in tre tempi (Allegro – Andante espressivo – Allegro ‘molto ritmico’) certamente per un particolare omaggio al suo autore Bruno Battisti D’Amario che, eccezionalmente si trovava tra il pubblico ed al quale è stata conferita una targa al merito quale ricordo della sua permanenza in Messina. Si ricorda che D’Amario è stato il maestro di Alessandro Monteleone ed è colui che ha alle spalle una carriera favolosa di compositore e chitarrista esecutore, anche, di colonne sonore cinematografiche come: “Per qualche dollaro in più”, “Il Buono il Brutto e il Cattivo”, “C’era una volta il West” di Ennio Morricone per la regia di Sergio Leone, ma anche: “Quien sabe?” di Luis Enriquez, regia di Damiano Damiani; “L’harem”, di Ennio Morricone regia di Marco Ferreri; “Romeo e Giulietta”, di Ennio Morricone, regia di Franco Zeffirelli; “Fratello sole, Sorella Luna”, di Riz Ortolani regia di Franco Zeffirelli; “Il mio nome è nessuno” di Ennio Morricone regia di Tonino Valeri; “Baaria” di Ennio Morricone, regia di Giuseppe Tornatore, e tanti altri.

   A parte questa gustosa ciliegia sulla torta, il concerto è stato apprezzato e sottolineato da numerosi lunghissimi applausi della competente e soddisfatta platea, anche perché i componenti il “Quintetto Classico” sono eccellenti ex allievi del Conservatorio Corelli di Messina, escluso Maurizio Salemi che viene dalla rinomata Scuola di Musica di Fiesole, ma tutti hanno all’attivo numerosi premi ed una ricca carriera di concerti con diverse formazioni musicali. Ci piace, infatti, ricordare a beneficio di quanti, in merito, vorrebbero saperne di più che:

   Giuseppe Fabio Lisanti ha conseguito il diploma con il massimo dei voti e la lode, completando la sua formazione con F. Tamponi, G. Di Janni, C. Rossi e presso la scuola di musica di Fiesole e Ars Nova di Palermo. Svolge attività concertistica in gruppi da camera, come Spalla e da Solista in Italia e all’estero e come Spalla dell’Orchestra del Teatro V. Emanuele di Messina e del Gruppo Ars Musica. Recentemente è stato invitato come Primo Violino a Tokio e Kyoto. È titolare di cattedra di esecuzione ed interpretazione presso il liceo “E. Ainis” di Messina. Per i suoi meriti gli sono stati conferiti diversi premi, tra cui: “Il Premio Internazionale Cartagine” nel 2002 in Tunisia; il “Premio alla Cultura” nel 2011 a Messina: l’Onorificenza del “Movimento per la Divulgazione Culturale” a Barcellona Pozzo di Gotto nel 2011; ed il riconoscimento dell’Accademia “ della Sapienza” a Messina nel 2014.

IMG 9462

   Gabriella Anastasi dopo il diploma di secondo livello ha frequentato la Scuola di Musica di Fiesole ed è entrata a far parte dell’Orchestra Giovanile Italiana suonando sotto la direzione del Maestro R. Muti e G. Sinopoli. Svolge attività concertistica in diverse formazioni e fa parte dell’Orchestra “Ars Musica”. Dal 1994 collabora stabilmente con l’Orchestra del Teatro V. Emanuele di Messina partecipando alle Stagioni Lirico-sinfoniche. Laureata in Lingue e Letteratura Straniera con il massimo dei voti e la lode ed è titolare di cattedra presso le scuole ad indirizzo musicale come docente di violino.

   Rosanna Pianotti, idonea al Corso di Qualificazione Professionale dell’Orchestra Giovanile Italiana, nel 1998 ha frequentato il Corso dell’Orchestra Giovanile della Sicilia e l’Accademia per Professori d’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano dal 2000 al 2005. si è specializzata in viola barocca al Corso di Alto Perfezionamento in Musica Antica di Saluzzo. Esercita stabilmente l’attività di violista nelle Orchestre del Teratro V. Emanuele di Messina, Orchestra del Teatro Cilea di Reggio Calabria, Philarmonia Mediterranea del Teatro Rendano di Cosenza, Orchestra G. Verdi di Milano, Orchestra la Grecia del Teatro della provincia di Catanzaro. Dal 1995 fa parte dell’Orchestra da Camera Ars Musica ed è docente di strumento musicale di ruolo presso l’Ist. Compr. Santa Teresa di Riva (Me)

   Maurizio Salemi diplomatosi sotto la guida di G. Sollima e perfezionatosi alla scuola di Fiesole con P. Farulli, A. Faja, M. Skampa, G. Caramia e Trio di Trieste, ha ricoperto il ruolo di primo violoncello dell’OGI. Svolge intensa attività concertistica con diverse formazioni: Ars Musica, Les Elements, Triade Aperta, Offerta Musicale, Fiati di Parma, Ensemble Goltermann. Ha ricoperto il ruolo di primo violoncello dell’Orchestra del Teatro V. E. di Messina dal 1995 al 2009, vincitore del concorso a cattedra nei conservatori, è titolare della cattedra di violoncello presso l’Ist. Superiore di Studi Musicali di Catania.

   Alessandro Monteleone, debutta giovanissimo presso il Conservatorio Corelli di Messina alla rassegna di Primavera tenuta a Teramo e riservata a giovani talenti. Si forma alla scuola del Maestro Bruno Battisti D’Amario, già menzionato. Dopo il diploma, conseguito con il massimo dei voti, è risultato vincitore in vari concorsi nazionali ed ha suonato per prestigiose associazioni concertistiche nelle città italiane più importanti ricevendo il premio “Rete Azzurra”, il Premio dell’Accademia “Amici della Sapienza”, l’onorificenza del “Movimento per la Divulgazione Culturale” 2011, il Premio Internazionale “Cartagine” per l’impegno e le attività musicali. È titolare di cattedra di chitarra presso il Liceo E. Ainis di Messina. Suona chitarre del liutaio Alessandro Previti appositamente costruite.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31