Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Concluso il Convegno: - la Rassegna “VivilForte” inserita nel calendario del progetto “Ottoeventi.

1

Tavola rotondaRiprendendo un percorso iniziato quasi dieci anni fa, il Convegno “I Forti Umbertini dello Stretto. Da Architetture Militari a Contenitori Culturali” tenutosi al Palacultura, ha riacceso i riflettori sull’importante patrimonio fortificato dello Stretto di Messina.

Il Convegno, che ha concluso la Rassegna “VivilForte” inserita nel calendario del progetto “Ottoeventi”, ha fatto conoscere ed apprezzare nei mesi estivi a centinaia di messinesi la storia delle fortificazioni e a vivere coinvolgenti momenti culturali proposti dagli enti gestori. Un vero test per il rilancio culturale e turistico dell’intero Sistema fortificato, peculiare per lo spettacolare panorame dello Strtto godibile dagli spalti di ogni struttura.

L’Assessore alla Cultura Tonino Perna e l’Ing. Giacomo Villari, responsabile del progetto Ottoeventi, alla presenza di un folto numero di studenti delle quinte classi dei Licei “Seguenza” e “Archimede” e dell’Istituto Geometri “Minutoli”, di architetti e ingegneri, liberi professionisti e rappresentanti dei vari ordini professionali, e delle Associazioni concessionarie delle strutture, hanno dato il via ai lavori, moderati dall’Arch. Paola Sarasso.

Nel primo intervento, curato dal prof. Enzo Caruso, coordinatore della Rassegna estiva e profondo conoscitore della storia dei Forti ottocenteschi, sono state tracciate le fasi di costruzione, di impiego strategico-militare e quindi dell’encomiabile percorso di recupero culturale operato dagli Enti gestori.

La relazione successiva dell’Arch. Carmelo Celona, direttore del Servizio Valorizzazione del patrimonio culturale della città di Messina, ha quindi illustrato le possibili strategie di valorizzazione del sistema fortificato dello Stretto, con puntuali riferimenti ad esempi europei già avviati, relativi a piani strategici di valorizzazione di strutture fortificate.

A conclusione, il dott. Francesco Saija, membro del Centro Europeo di Studi su Mito e Simbolo dell’Università di Messina, ha offerto preziosiIMG 7645 spunti di riflessione per una lettura filosofica e simbolica associata ai luoghi e alle opere di difesa dello Stretto.

Al termine della fase introduttiva, l’Assessore Perna ha aperto la tavola rotonda esprimendo piena disponibilità da parte dell’Assessorato e del Dipartimento Cultura a sostenere il ruolo di “regia” per un programma esteso all’intero sistema che coinvolge anche le fortificazioni della sponda calabrese.

Nella prospettiva di attivare un processo virtuoso di valorizzazione, promozione e fruizione mirato alla comprensione e al riconoscimento di queste architetture, che presentano caratteristiche di singolarità e unicità nello scenario del patrimonio culturale del Mediterraneo, sono stati ascoltati i preziosi interventi del prof. Massimo Lo Curzio, degli architetti Sergio Bertolami, Antonio Galeano e Pino De Domenico (in rappresentanza dell’Ordine degli Architetti) e all’ing. Antonio Rizzo, che hanno offerto utili e preziosi contributi utili per successivi approfonditi in tavoli operativi e tecnici, opportunamente convocati, nella visione di un processo di valorizzazione partecipato con i soggetti coinvolti e con tutti coloro che manifesteranno interesse.

Gli interventi di Salvatore Rizzo (Forte Petrazza, Consorzio Sol.E), Giacomo Farina (Parco Horcynus Orca, Torre degli Inglesi), Mario Albano (Forte S. Jachiddu), referenti di alcuni Enti gestori dei Forti e di Fabio Traina (Associazione Gonzaga), hanno arricchito l’incontro con la testimonianza di un impegno costante per il recupero e la promozione sociale e culturale avviata da quasi un ventennio dei forti messinesi, ancora carente di una regia e di un piano di sistema.

NOTE

La Rassegna "VivilForte",coordinata da Enzo Caruso, si è svolta dal 2 giugno al 10 agosto nei Forti appartenenti al patrimonio difensivo messinese.

La manifestazione, fortemente voluta dall’Assessore Perna, era inserita nel festival sperimentale del “Centro di Competenza per lo sviluppo di servizi culturali e turistici nel campo dell’arte e dell’architettura contemporanea”, progetto sviluppato dall"ATS composta da Comune di Messina (capofila), GTS Consulting Srl, Grafo Editor Srl, Europrogetti & Finanza Srl e Sud Dimensione Servizi Srl.

Obiettivo principale della Rassegna “VivilForte” è stato quello di attivare un circuito virtuoso unitario tra i vari Forti appartenenti al Sistema Difensivo dello Stretto che possa diventare attrattore culturale e volano per la costituzione di una rete stabile di cooperazione tra i soggetti gestori delle singole strutture fortificate a beneficio della collettività; sarà un’occasione per accendere i riflettori su un patrimonio architettonico – storico e ambientale, unico nel suo genere, che pone Messina tra le città fortificate più interessanti del Mediterraneo.

La rassegna, è stata organizzata in collaborazione con i soggetti concessionari delle strutture e associazioni che hanno proposto momenti di animazione e di incontro, con la finalità di testare le potenzialità culturali e turistiche dei nostri Forti, appartenenti a due diversi periodi storici, ma certamente uniche per lo spettacolare panorama dello Stretto che si può ammirare dai loro spalti.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Dicembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31