Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

S.O.S. MESSINA –EMERGENZA LEGALITA’ ……… DA TROPPO TEMPO ….SMARRITA! di Carmelo Cascio

Cappello Introduttivo:  Chiedo ai parlamentari messinesi "nominati"" a VARIO titolo, per "MERITI"  .. NON "PERVENUTI". conclusi i Festeggiamenti,  per l'approvazione del Decreto Baracche, di cui non avete alcun "MERITO" . I Meriti sono esclusivamente del Sindaco di Messina Cateno de Luca e del Presidente del Consiglio dei Ministri prof Mario Draghi, RESTO IN ATTESQ DI Conoscere quali saranno le vostre  CONCRETE INIZIATIVE NEL MERITO DI QUESTA GRAVISSIMA VICENDA......attenzione non sono problemi vecchi e PRESCRITTI" per la circostanza che i debiti fuori bilancio  tuttora, arrivano  Comune, la comunità messinese

Ing. Carmelo Cascio

Via Luciano Manara,82 98123 Messina

                                                                            

e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

             Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

             Sito internet: www.carmelocascio.it                                                                                       

 

                                               ---------------------------------------------

NESSUNA AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA INTESO RISCONTRARE QUESTA      NOTA (inviata a tutte le Amministrazioni comunali a far data dal 2006)

                          “TUTTI     INSIEME ………..APPASSIONATAMENTE .SIC!!! ”                                                                  

      

Oggetto: Edilizia residenziale pubblica-             

               Bilancio comunale

       Il comportamento omissivo posto in essere da questo Comune nella materia dell’ERP, comportamento concretizzatosi nella mancata, quanto dovuta emanazione dei Decreti di esproprio, ha dato luogo al notevole contenzioso attivato dai privati per il ristoro dei danni.

Il Comune di Messina”Repubblica autonoma” , non ha mai rispettato la norma inderogabile ex Legge quadro ERP n.865/71 art.35 , che disciplina i rapporti tra il Comune e gli operatori che realizzano i programmi costruttivi ( Imprese; Cooperative di abitazione) : detta norma prevede che i rapporti economici connessi al diritto di superficie vanno puntualmente regolamentati nella Convenzione (atto stipulato tra Comune e Cooperativa, per regolamentare i programmi costruttivi) nel senso che solo dopo il pagamento del costo del diritto di superficie è possibile sottoscrivere la convenzione tra le parti alla quale segue la consegna formale delle aree.

In sostanza , il Comune di Messina stipula una convenzione con la Cooperativa dal contenuto” anomalo” nel senso che il pagamento dei costi relativi alla acquisizione delle aree è rinviato alla emanazione del Decreto di esproprio; infatti negli anni il comune di Messina, ha consegnato i terreni alle cooperative edilizie per realizzare i loro programmi costruttivi tramite l’emanazione del DECRETO DI OCCUPAZIONE D’URGENZA..Sic|!

Prendendo atto che il tempo massimo necessario per arrivare all’emissione del Decreto di Esproprio è di 90 giorno circa è del tutto illegittimo ed ingiustificato occupare in via di urgenza i terreni.

Oltretutto il DECRETO DI OCCPAZIONE D’URGENZA non è giustificabile per costrure abitazioni di edilizia convenzionata, soltanto per eseguire lavori di estrema urgenza: occupazioni suoli per interventi urgenti a tutela della Pubblica incolumità|  

Nella convenzione veniva prevista una clausola che in presenza di eventuale soccombenza giudiziaria per azioni civili di ristoro da parte dei privati- espropriati, ovviamente nei confronti del Comune, i relativi costi dovrebbero essere a carico dei concessionari-imprese o cooperative- chiamati in giudizio : una clausola così concepita potrebbe, apparentemente , evocare la diligenza del buon amministratore che si cautela ma sostanzialmente sembra scaturire da un disegno premeditato perche’ il Comune non portando a compimento la procedura espropriativa nei termini fissati dalla Legge (5 anni dall’emissione del Decreto di Occupazione d’urgenza) coltiva il contenzioso civile acceso ovviamente dall’espropriato, senza chiamare in causa i concessionari per non danneggiarli economicamente , concessionari che , tuttavia , nella qualità di convenuti potrebbero invocare la nullità della clausola in quanto contraria a norme inderogabili (L.865/1971).

Nanny Ricevuto

Nanni Ricevuto

Infatti il Comune risulta inadempiente nei confronti della Cooperativa per la circostanza che non ha emanato nei termini di legge ( 5 anni) il Decreto di esproprio, con conseguente contenzioso giudiziario per occupazione abusiva dei suoli da parte del Comune.

In virtù della clausola capziosa che l’operatore dovrebbe osservare rifondendo gli oneri giudiziari al Comune, i Dirigenti inviano una semplice nota al Concessionario del diritto di superficie, invitandolo entro 30 giorni al pagamento del dovuto.

Decorsi infruttuosamente i 30 giorni, la pratica viene archiviata rispetto al destinatario ma non rispetto al bilancio, nelle cui voci in attivo (Residui attivi) vengono inclusi , con effetto moltiplicatore, i presunti crediti vantati……ma inesigibili giuridicamente per mancanza del Decreto di esproprio per motivi intuibili, non emanato.

Il danno economico per il Comune si è elevato all’ennesima potenza per la circostanza che trascorsi i 5 anni (dal giorno dell’occupazione del terreno in via d’Urgenza) senza   che il Comune abbia emesso il Decreto di esproprio, nel contenzioso giudiziario attivato dall’espropriato nei confronti del Comune lo stesso Comune viene condannato anche per l’occupazione abusiva dei terreni.

 

 

I responsabili di questo enorme debito sono da individuare tra i Dirigenti e gli Amministratori che si sono succeduti a partire dagli anni ‘70 in poi. Negli anni il Consiglio comunale ha esitato innumerevoli Delibere (probabilmente anche in questi ultimi anni) per riconoscere questi debiti-ovviamente fuori bilancio (debiti non previsti nei bilanci previsionali ) ed autorizzare la Tesoreria del Comune ad emettere il relativo mandato di pagamento.

     Il Consorzio “La Casa Nostra”……docet (Il Comune ha pagato per i contenziosi relativi all’assegnazione dei terreni, assegnati al medesimo Consorzio, sicuramente una cifra non inferiore ai 40 miliardi di lire SIC!!!)  

Presumibilmente, gli Amministratori hanno temuto sempre che l’Autorità Giudiziaria competente, all’atto della ufficializzazione del dissesto finanziario del Comune, potesse accertare abusi e ruberie perpetrati negli anni dai medesimi (Ipotizzo che il danno subito dal Comune sia almeno di 150 milioni di euro).Vi è da considerare che le Leggi Urbanistiche statuiscono che l’Edilizia economica e popolare deve essere a costo zero per il Comune..SIC!!!!

 

Addirittura, negli anni recenti, sono stati elargiti lauti premi di produzione ai Dirigenti comunali !!!

 

Ma quali obiettivi hanno raggiunto i medesimi al punto da essere pure premiati?

Personalmente ritengo che l’unico obiettivo raggiunto sia stato l’assalto alla DILIGENZA…..le casse del Comune di Messina…… dissestate ……da questo GIOCO D’AZZARDO!!…

 

Su quanto esposto negli anni ho inviato nota diffida al Comune (precisamente, alla Giunta Comunale, al Consiglio Comunale, ai Dirigenti, competenti per materia, chiedendo il riscontro della stessa nota nel merito. Le note sono state inviate a tutte le Giunte comunali a far dal 2006, sempre inoltrate sempre ai sensi e per gli effetti della l.241/90 e successive modifiche ed integrazioni ed anche agli effetti dell’articolo 328 c.p. e norme applicative, compresa la Giunta comunale presieduta dal Sindaco Prof. Renato Accorinti. Ad oggi, non ho ricevuto NESSUN RISCONTRO….Sic!                        

   Messina 20 dicembre 2017                    Ing. Carmelo Cascio

 

La nota viene trasmessa a S.E. Il Presidente del Consiglio prof Draghi, a S.E. Il Prefetto di Messina e al Sindaco di Messina  on. dr. Cateno De LUca.

Ultima modifica il Lunedì, 17 Maggio 2021 07:25
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Giugno 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30