Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
rfodale

rfodale

Il libro recente uscito"Cardiologia e Speranza"scritto da Francesco Certo Presidentedi Terra di Gesù Onlus diventa un recital,arricchito dalle canzoni dello stesso autore.

L'evento si terrà l'11 giugno al Teatro Annibale di Francia e sarà condotto da due voltinoti del giornalismo messinese,Marina Bottari e Emanuele Rigano.

Leggerano meditazioni,racconti del cardiologo:Francesco Micari,Ambra Visicaro,Paola Miraglia,Mariella  Costantino,Antonio Rizzo,Michele Careno.

Le canzoni saranno affidate al Duo Daniela Rando e Carlo Giappi e coreografate da Rosanna Gargano.Due i brani inediti:"E tu mi rispunnirai"e "Ho nel cuore una chitarra.

Guest star Massimiliano Rizzo,attore famoso di musical e nipote del regista Gianni Rizzo.

Chi vorrà potrà acquistare il libro,la cui vendita sarà curata dalla libreria Bonanzinga.

I proventi della serata andranno ai progetti Terra di Gesù.

Ultimi posti disponibili da prenotare al 3775298805

  di M. C. -

Domenica 6 giugno 2021, nei Giardini dell’Oasi di San Sebastiano, a cura della Genius Loci, è stato presentato il libro “L’ultimo Romito” incentrato sulla storia del monaco “greco” Alessio Mandanikiotis, scritto da Diego Celi, Enzo Basso e Pino Privitera (Lithos edizioni). Ad aprire l’incontro è stato il Presidente dell’associazione Bernardo Dell’Aglio, che ha passato il microfono all’assessore ai Beni Culturali Viviana Dottore e al Sindaco Pinuccio Calabrò.

indexAlessio 2

Sono seguiti gli interventi dei tre autori del libro, che hanno approfondito vari aspetti toccati nel libro: la storia del monachesimo greco in Sicilia fino all’arrivo di padre Alessio, la sua vicenda, il ruolo del monastero basiliano di Gala, il culto di santa Venera, la presenza di Gala nelle antiche cartografie. E’ intervenuto anche lo storico Raffaele Manduca, autore della prefazione al libro. Per la Genius Loci sono intervenuti Marcello Crinò, che ha illustrato alcune immagini relative ai beni culturali del territorio legati al monachesimo greco (Cuba di S. Antonio,

indexAlessio

Chiesa bizantina di Portosalvo, antica chiesa dell’Itria a Lando, i resti del Monastero basiliano di Gala, il tempio di S. Venera, il complesso dei Basiliani e la Cuba di Milazzo) e Massimo Sindoni che si è soffermato sul monachesimo basiliano. Infine le sagge parole di padre Alessio Mandanikiotis, monaco greco, artefice di un eremo di preghiera a Santa Lucia del Mela.

6 giugno 2021

- di  M. C. -

Sabato 5 giugno 2021, nei giardini Oasi di Piazza San Sebastiano, è stato presentato il libro “Seppellite il mio cuore a Fantina” scritto e pubblicato da Pierangelo Giambra, in questo caso autore ed editore di se stesso. L’incontro, organizzato dalla Genius Loci in collaborazione con il Network delle Associazioni cittadine, è stata l’occasione per una chiacchierata appassionata a più voci, sull’onda dei ricordi e della nostalgia, sull’importanza dei luoghi di origine,  che poi sono quasi sempre i luoghi del cuore, e sul senso di appartenenza.

IMG 3698

A introdurre e moderare la serata il presidente della Genius Loci Bernardo Dell’Aglio, che ha dato la parola all’assessore comunale ai Beni Culturali Viviana Dottore per un saluto. Sono seguiti gli interventi dell’autore Pierangelo Giambra, Vera Pietrini (Parco Museo Jalari), Giovanni Pantano (architetto e autore di libri sul territorio), Walter Rizzo (Confraternita S. Eusenzio), Salvatore Pietrini (Parco Museo Jalari), Carmelo Ceraolo (Legambiente del Tirreno), Tonino Privitera (Associazione Culturale Cannistrà), Felice Mancuso (Accademia Musicale N. Pino Balotta), Massimo Sindoni (Genius Loci).

6 giugno 2021

- di  Maria Teresa Prestigiacomo  -

31 luglio - 8 agosto

Il direttore Gianvito Casadonte annuncia le nuove sezioni dedicate agli esordi internazionali e ai documentari a cura di Silvia Bizio e Antonio Capellupo

Catanzaro.Il Magna Graecia Film Festival di Catanzaro diventa maggiorenne e si prepara ad aprire nuovi orizzonti ancora più grandi, per promuovere il cinema emergente, in tutte le sue forme. Il fondatore della kermesse, che quest’anno taglia il traguardo delle 18 edizioni, annuncia che all’abituale programma estivo, dedicato alle opere prime e seconde, si affiancheranno due nuove sezioni dedicate agli esordi internazionali e ai documentari.

A curarle, due professionisti di alto profilo che già collaborano con il MGFF e che hanno inteso condividere la volontà del direttore Casadonte di espandere i confini artistici della rassegna. A firmare la selezione dei giovani autori più interessanti del panorama mondiale sarà Silvia Bizio, produttrice, consulente e storica corrispondente per Repubblica e L'Espresso da Los Angeles. A curare la finestra dedicata, invece, agli esordi nel doc e al cinema del reale sarà il giornalista Antonio Capellupo, responsabile della programmazione presso lo storico Cineclub Arsenale di Pisa. Gli incontri e le proiezioni si svolgeranno dal 31 luglio all'8 agosto in più location, abbracciando tutta la città, dal Porto fino al centro storico, con il Complesso monumentale del San Giovanni e Villa Margherita.


“Sono orgoglioso – commenta Casadonte - di poter avere al mio fianco due figure che hanno già dimostrato passione e impegno in questo progetto. Ritengo che, raggiunta la maggiore età, il Magna Graecia Film Festival debba sperimentare nuove direzioni e aprirsi a tutti i linguaggi dell’audiovisivo, avendo sempre come obiettivo quella della valorizzazione dei giovani autori. Sarà una sfida anche per il nostro territorio, quella di vivere una dieci giorni così ricca ed intensa, che intercetterà tutte le fasce di pubblico. Penso sia il miglior modo per proiettarsi verso il futuro e offrire nuovi stimoli, lanciando dal profondo Sud un messaggio importante in un momento storico decisivo per la ripartenza di tutti i settori”.    

  di M. C. -

Il 5 e il 6 giugno l’associazione Genius Loci ha in programma  due eventi, segno questo che c’è una gran volontà di fare attività, sempre finalizzata alla crescita socio-culturale della città.

Nella serata del 5, nei Giardini Oasi di Piazza San Sebastiano, alle ore 18,00, sarà presentato il libro di Pierangelo Giambra “Seppellite il mio cuore a Fantina”, pubblicato dallo stesso autore, titolare della Giambra Editori. Oltre ai saluti dell’assessore Viviana Dottore, interverranno Walter Rizzo, della Confraternita di Sant’Eusenzio, Tonino Privitera, dell’Associazione Culturale “Cannistrà”, Vera Pietrini del Parco Museo Jalari, Carmelo Ceraolo della Legambiente del Longano, Massimo Sindoni della Genius Loci e infine l’autore. In questo libro Pierangelo Giambra racconta ricordi ed esperienze di vita vissuta che hanno contribuito alla sua crescita personale e culturale. La serata sarà introdotta e moderata da Bernardo Dell’Aglio, presidente della Genius Loci.

 5978 6 giugno 2021

Domenica 6 giugno, stesso luogo e stessa ora, presentazione del libro “L’ultimo Romito” incentrato sulla storia del monaco “greco” Alessio Mandanikiotis, scritto da Diego Celi, Enzo Basso e Pino Privitera (Lithos edizioni). Dopo i saluti dell’assessore alla cultura Viviana Dottore, interverranno gli autori, il pittore Lorenzo Chinnici, il professore Raffaele Manduca, Massimo Sindoni, Marcello Crinò.

Il libro vuole offrire una riflessione sul ruolo dell’Archimandritato del SS. Salvatore di Messina e su una ferita sempre aperta che colpevolmente non vuole essere sanata: l’ecumenismo. I tre autori raccontano questa storia consapevoli di trattare, da laici,  un tema fascinoso ma non mediatico.

3 giugno 2021

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Taormina - Si è svolta, presso il Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, il castello dei Duchi de Spuches,  gia' Fondazione Mazzullo, prestigiosa location della città  del Minotauro, la premiazione delle opere del primo concorso intitolato "Scorci e Quartieri di Taormina". Com'è noto La Pro Loco, presieduta da Sergio Spadoni e l’associazione Aiace, guidata da Giuseppe Spartà, hanno organizzato, presso la “Sala Colonna” del Palazzo Duchi S. Stefano, l’inaugurazione della mostra espositiva del primo concorso di disegno e pittura ”Scorci e quartieri di Taormina”, rivolta agli alunni delle III classi della Media, dell’Istituto Comprensivo di Taormina coordinato da Carla Santoro. Sono state premiate le opere di: Francesca Sferra (menzione speciale per essersi distinta al concorso "Giovani in Arte") e Kevin Costa (menzione speciale per originalitá e creatività). Il primo posto è andato per "qualità della pittura" a Rossana Lombardo. Al secondo posto si è classificata Anna Tornatore, "per attinenza del tema". Il terzo posto, infine, "per il particolare uso del colore" è andato ad Irene Chillemi. Bravi tutti gli altri pittori in erba, Oriana Bambara, Maria Sole Vivaldi, Giacomo Pillitteri, Annalisa Buda, Ofelia Ponturo, Donatella Fichera, Lucia Emanuela Siligato, Tommaso Raneri, Fabio Castorina e Laura Bellantone. La mostra, in programma fino al nove giugno, si svolge con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Taormina e l’Assessorato alla Cultura. L’iniziativa ha un obiettivo culturale e educativo e per tale motivo ha coinvolto gli studenti di Taormina allo scopo di valorizzare la loro creatività e promuovere l’amore per arte e cultura. "È questa - ha detto il sindaco, Mario Bolognari - la mostra della rinascita, dopo un lungo periodo di stop dettato dalla pandemia". L'idea dell'iniziativa è della responsabile culturale della Pro Loco, Cettina Vinciguerra, che da tempo si batte per la valorizzazione delle capacità intrinseche degli studenti puntando alla conoscenza del territorio. Il progetto è stato, immediatamente accolto, appunto, con favore, da parte del presidente Spadoni. L'iniziativa ha visto, inoltre, la collaborazione della maestra Elsa Muscolino. Considerata  la qualità delle rappresentazioni pittoriche realizzate dagli studenti, particolarmente difficile è stata la scelta delle opere premiate con una simbolica pergamena. Nella giuria si sono trovati artisti del calibro di Paolo Greco ed Enzo Rovella. Una manifestazione questa molto sentita anche in relazione alla prematura scomparsa della povera Francesca Sferra che non è riuscita a sconfiggere un male incurabile.

- di Gennaro Galdi -

 

Messina. Presentata dal noto critico d’arte operante in campo internazionale la prof.ssa Maria Teresa Prestigiacomo, presso la Galleria d’arte Arte Cavour (in Corso Camillo Benso Conte di Cavour, n 119) si è svolto il vernissage del notissimo brillante maestro Enzo Napolitano, mostra dedicata a Franco Battiato, dedica sottolineata anche da alcune note di due celebri canzoni del cantante catanese, eseguite dal maestro cantautore Michele Patanè. La mostra è visibile sino al 14 giugno, l’allestimento è stato curato dal direttore artistico Maurizio Gemelli e dal general manager Paolo Accordino. Titolo La Spiritualità del magma con sottotitolo “ E’ bellissimo perdersi in quest’incantesimo”, ricordando un verso del cantautore scomparso. La mostra nelle sue ventuno opere è stata decodificata nei messaggi profondi sottesi, dal critico, docente d’istruzione superiore, giornalista e direttrice per Arte e Cinema per la rivista Red Carpet Magazine, inglese ed italiano: “ Un viaggio interiore, un viaggio nell’anima, come soleva percorrere con le sue note Franco Battiato, questa straordinaria mostra del maestro Enzo Napolitano che si fa cantore di miti e leggende come Battiato, si fa cantore evocatore di una Sicilia che reca i colori della passione e dell’amore, del fuoco e dell’ardore, i rossi, gli aranciati della tradizione siciliana sono congeniali all’artista di Vittoria ( Rg) ma anche laddove vi siano colori freddi, come il blu, l’ argento il bianco, l’artista conferisce quell’amore quel calore quell’ anelito di speranza e uno straordinario coinvolgimento emotivo, dunque anche nell’opera dal titolo “ Inverno” che vira attraverso queste nuances cromatiche. Una straordinaria tecnica si avvale dei pigmenti per conferire maggiore brillantezza e corposità al magma cromatico adottato per cantare le gesta dell’uomo legato alle brutture del tempo, per poi superarle in un afflato che ricongiunge l’artista al divino, alla sfera spirituale profonda ed incommensurabile per la sua valenza che contrasta le brutture e le ingiustizie del mondo… Come nella filosofia Zen, o in un Bonsai…sublime austerità pur nella apparente semplicità magmatico-cromatico del fondatore del magmatismo cromatico…” Lungo e complesso il discorso della Prof.ssa Prestigiacomo che ha inteso decodificare al massimo le opere, ognuna delle quali nasconde un segreto codice, una figurazione misteriosa, nascosta che si svela solo a chi sa scorgere oltre la semplice apparente visione delle opere…” Presente l’imprenditore Olii Barrano, Luca Barrano che ha ricevuto una targa, unitamente all’artista Napolitano che, ricordiamo , ha anche ha realizzato le etichette d’arte per le eleganti bottiglie del noto oleificio d’eccellenza del ragusano. Ricordiamo che Napolitano ha presentato le sue opere da Toronto in Canada al Museo a Malta ed in tante location prestigiose in Italia ed all’estero; il catalogo Mondadori con Sgarbi, è presente in Galleria a sottolineare lo spessore dell’artista ragusano, pittore di sicuro investimento. Riprende la tv Globus Television che dedicherà all’artista uno speciale che andrà in onda per diversi giorni in Tv sul digitale terrestre canale 819. Al vernissage inaugurato dall’Avv. Teresa Notaro, noto legale di Messina, con studio a Vittoria, hanno partecipato ospiti illustri: assente giustificato il prof Gianfranco Pappalardo Fiumara, docente al Conservatorio di Palermo, pianista ( che ha promesso alcuni biglietti d’ingresso al prossimo concerto al maestro, per ringraziarlo del cortese invito); era presente il Conte Angelo Molin della Torre, il dott. Carmelo Eduardo Maimone, filosofo, il Prof Domenico Venuti presidente Assofante sez Messina e Consigliere Nazionale dell’Associazione del Fante riconosciuta dal Ministero della Difesa, la criminologa dott.ssa Argentina Sangiovanni, la Ginecologa dott.ssa Luisa Rita Barbaro, la dott.ssa Lidia Arena, l’allieva di Guttuso la pittrice Clara D’Urso, il dr Enrico Pastura, frequentatore assiduo di incontri culturali e Vip di Cinema, in Italia ed all’estero, la prof.ssa Mariella Di Giorgi Denaro, la odontoiatra dott.ssa Elda Gatto; assente giustificata la collezionista prof.ssa Maria Amalia Santoro, la dott.ssa Ginecologa Roberta Granese e il Sen Pietro Navarra, il Gin. Domenico Granese e l’Arch Giuseppe Capuana, imprenditore. Presente il noto pittore Salvatore Privitera e la Gallerista Vasta di Catania. Presente anche l’Avv. Anna Mazzaglia, già direttrice Festival del Cinema dello Stretto, con la madre del regista RobertoFilmmaker, la prof Rosi Pino, l’Avv. Cannuli e l’arch Crescenti. Siamo in attesa della visita dell’On.le Matilde Siracusano, in chiusura della mostra. Il 4 giugno, terminato il convegno Kiwanis con il Governatore Distretto Italia San Marino, al Municipio, Sala dell’Unione Europea ( tema Il Ponte sullo Stretto) auspichiamo che i presidenti dei Kiwanis intervenuti a Messina da Varese, San Marino, Milazzo, Catania etc, vogliano accogliere l’invito di oggi del maestro Enzo Napolitano e del critico prof Maria Teresa Prestigiacomo ( ospite del Convegno) per visitare la mostra, ed assegnare una percentuale sulla vendita delle opere alle finalità che si propone annualmente il Kiwanis e beneficiare anche le associazioni che operano in città e per arginare il fenomeno della violenza ed a sostegno delle fasce più deboli. Giorno 4 giugno la galleria resterà aperta, appositamente dalle ore 11 alle 13 per accogliere i rpesidenti dei Kiwanis ospiti nella città dello Stretto. Presente l’imprenditore Olii Barrano, Luca Barrano che riceverà una targa, unitamente all’artista Napolitano che, ricordiamo , ha anche ha realizzato le etichette d’arte per le eleganti bottiglie del noto oleifici d’eccellenza del ragusano

Ha dato un saluto ed ha donato un prezioso volume d’arte l’Associazione Arte Insieme con il presidente dr Marcello Nativo e la segretaria dott.ssa Maria Luisa Occhione .

Grandioso successo della mostra dedicata a Franco Battiato con una affluenza massiccia contenuta nelle norme per il distanziamento:“Che la mostra sia dedicata a Franco Battiato non è un caso, scrive nella sua recensione il critico Maria Teresa Prestigiacomo la- perché “La spiritualità del magma “ dell’artista Enzo Napolitano evoca la poetica e la filosofia del cantautore siciliano scomparso. L’artista trascina, nel suo magma cromatico, le ingiustizie del mondo, esaltando la bellezza dell’essenziale; come Battiato, Napolitano coglie le vibrazioni energetiche della sua anima, della sua isola, del suo vulcano Etna, per tradurle in un incantesimo in cui è bellissimo perdersi, come da bambini esplorando all’interno di quel tubo magico che era il caleidoscopio….come un Siddartha, l’artista, nel suo viaggio interiore alla ricerca della spiritualità”

La mostra resterà aperta dalle ore 17 alle 20 e di domenica dalle ore 10 alle ore 13:00

Ufficio Stampa

Accademia Euromediterranea delle Arti tel. +393427634086

Via San Corrado Residence San Corrado scala D

98122 Messina

Calendario

« Giugno 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30