Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: al Teatro Mandanici una rilettura della celebre operetta al Cavallino Bianco

- di  Marcello Crinò -

Sabato 16 marzo in scena al Mandanici “Benvenuti… al Cavallino Bianco”, rilettura della celebre operetta “Al Cavallino Bianco” di Ralph Benatzky del 1929 ispirata a una commedia austriaca del 1896. Il lavoro proposto è una commedia musicale scritta dal tenore Edoardo Guarnera assieme a Mariella Guarnera e Daphne Barillaro. Lo spettacolo, che si muove tra grandi classici e virtuosismi canori, tra esilaranti equivoci con l’immancabile lieto fine, racconta una storia di intrecci amorosi dal finale a sorpresa. Spettacolo sostenuto da voci limpide e coreografie ineccepibili, “Benvenuti… al cavallino bianco” mette in scena una girandola di personaggi e situazioni, duetti romantici e colpi di scena, con una colonna sonora famosissima, varia e gioiosa. Tanti gli omaggi alle altre operette e ai musical, discendenti diretti dell’operetta, che come genere nasce in Francia e in Austria nella seconda metà dell’Ottocento, per poi sparire ben presto e cedere il passo ad altri generi. L’operetta si caratterizza per l’alternanza sistematica tra le parti cantate e i dialoghi, oltre che per i balletti.

Lo spettacolo di Guarnera & C. mantiene la struttura del testo di riferimento, ma inserisce brani musicali, dialogati e ballati ripresi da altri spettacoli, tutti abbastanza noti. Abbiamo così ascoltato brani della tradizione napoletana, la bellissima “Maria” di Gershwin in West Side Story, la famosissima “New York New York”, resa celebre da Liza Minnelli nel film di Scorsese, l’inossidabile “Cin Cin La” dell’omonima operetta del duo Lombardo-Ranzato, il “Can Can” di Offenbach, ecc.

54525801 2067324026648817 7619517053937909760 o5

In scena dieci attori-cantanti e un corpo di ballo: Edoardo Guarnera (Leopoldo), Annalena Lombardi (Fru Fru), Mariella Guarnera (Scugnizza), Michela Pavese (Claretta), Matteo Micheli (Sigismondo), Vincenzo Pellicanò (Rudy), Giulia Romano (Salomè), Massimiliano Franchina (Franz), Armando Giacomozzi (Pasamenole), Francesco Testa (prof. Hinzelman) e le ballerine Chiara Frascarelli, Maria Diglio, Eleonora Pedini, Roberta Rossi, Fabiola Zossolo. Collaboratore all’allestimento Armando Giacomozzi, fonica e luci di Fabio M. Forzato, coreografie di Eleonora Pedini, parrucchieri Tessier, scene di Guido Paglialunga, costumi A.D.I.

Il pubblico, non molto folto (circa trecento spettatori), inizialmente piuttosto parco di applausi, alla fine è stato ben coinvolto dallo spettacolo, salutando il finale con applausi scroscianti e facendosi coinvolgere da Guarnera a cantare in coro qualche brano.

In apertura della serata il responsabile dell’Ufficio Teatro Lucio Catania ha illustrato i prossimi spettacoli al Mandanici: il 6 aprile sarà di scena il cantautore Enrico Ruggeri; il 27 aprile uno spettacolo non previsto nel cartellone iniziale, con Mogol che racconterà la sua carriera artistica e le collaborazioni con i cantanti; il 18 maggio “D’Artagnan e i 3 moschettieri”, prodotto dal Mandanici, e infine a novembre “La Tempesta di Shakespeare” con la regia di Roberto Andò.

17 marzo 2019

Ultima modifica il Lunedì, 18 Marzo 2019 07:50
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31